HomeBenessereRitenzione idrica? Eliminala in modo facile e mostra senza disagio le tue...

Ritenzione idrica? Eliminala in modo facile e mostra senza disagio le tue gambe

La ritenzione idrica è una delle problematiche che interessano la sfera estetica delle persone, in particolare delle donne. È la fase antecedente alla tanto odiata cellulite, in quanto rappresenta una delle sue possibili cause. Coloro che soffrono di ritenzione idrica spesso si sentono a disagio, rinunciando a situazioni in cui le zone colpite vengono messe in mostra, come ad esempio una normale giornata al mare. Questo perché al giorno d’oggi si dà un peso particolare all’aspetto fisico e si evidenziano eccessivamente anche i più piccoli difetti.

È per questo che il mondo della cosmesi e quello della medicina estetica sono sempre alla ricerca di tecniche innovative per ridurre gli inestetismi della pelle. In seguito, però, vedremo come ridurre o eliminare la ritenzione idrica senza ricorrere alle tecniche mediche.

Quali sono le cause scatenanti della ritenzione idrica?

Innanzitutto, dobbiamo capire come si verifica la ritenzione idrica e quali sono le sue cause scatenanti. Il problema nasce quando vi è un ristagno dei liquidi nell’ipoderma, ovvero nel tessuto che si trova sotto la pelle, tra una cellula e l’altra. Il risultato dei liquidi in eccesso che non vengono eliminati è, appunto, la cosiddetta buccia d’arancia che appare sulla nostra pelle.

Si tende a pensare sempre che per risolvere l’inestetismo è sufficiente andare in palestra. In realtà, però, non è così: certo, allenarsi quotidianamente aiuta a rendere la pelle più tonica e a eliminare i liquidi che non servono all’organismo, ma la ritenzione idrica nasce soprattutto a causa di uno stile di vita errato, di abitudini alimentari non salutari o addirittura di obesità, ma anche di problematiche legate alla microcircolazione.

Nel caso dell’obesità, ad esempio, vi è un eccesso di adipe, che provoca un’infiammazione nell’organismo, la quale va ad ostacolare anche la circolazione del sangue. I tessuti si gonfiano soprattutto nelle zone in cui è visibile la ritenzione idrica, ovvero nelle cosce e nei glutei. Per quanto riguarda, invece, i problemi legati alla microcircolazione, ciò che avviene e che causa la ritenzione idrica è un immagazzinamento di liquidi negli spazi interstiziali delle vene, bloccando così il corretto passaggio del sangue.

L’attività fisica è importante, ma non bisogna eccedere

Quando si parla di ritenzione idrica la prima cosa che viene consigliata è quella di fare allenamento. L’errore più comune è quello di iniziare ad allenarsi eccessivamente. Tutto deve avvenire in modo graduale. Allenarsi tanto durante la giornata potrebbe dare l’effetto opposto a quello desiderato, perché l’organismo si sottoporrebbe a un grande stress che non era abituato ad affrontare. In un primo momento, il peso sulla bilancia scenderebbe, ma la ritenzione idrica sarebbe ancora lì. A quel punto si andrebbe incontro a un senso di frustrazione, senza capire perché non si riesce a ottenere un fisico più tonico. L’errore è proprio nel modo in cui ci si allena: bisogna fare attività sportiva, permettendo però all’organismo di riposarsi e di non stressarsi. Allo stesso tempo, non ci si deve focalizzare solo su una zona del corpo, ovvero in quella in cui si vuole eliminare l’inestetismo, perché ci sarebbe un richiamo maggiore di sangue da parte dei muscoli e, quindi, anche di liquidi.

Alimentazione: cibi da evitare

Per quanto riguarda il regime alimentare da seguireper eliminare la ritenzione idrica, bisogna focalizzarsi sulla riduzione dei grassi, che aumenterebbero il tessuto adiposo nel sangue, e soprattutto del sale. Bisogna bere la giusta quantità di acqua ed evitare cattive abitudini come il fumo e l’assunzione di alcool.