HomeBenessereQuando allenarsi per massimizzare l'effetto dei propri sforzi e ottenere un corpo...

Quando allenarsi per massimizzare l’effetto dei propri sforzi e ottenere un corpo tonico e una mente brillante

Allenarsi risulta benefico non solo per il corpo ma anche per la mente, in quanto le sostanze che vengono prodotti donano energia e buon umore per affrontare al meglio le incombenze quotidiane.
La domanda che molti sportivi si fanno è però qual è il momento migliore per allenarsi, così da massimizzare lo sforzo e ottenere il massimo dei risultati sotto ogni punto di vista.
Mattina, pomeriggio o sera, quando recarsi in palestra o uscire all’aria aperta per una corsa o una camminata veloce?
Vediamo nel dettaglio come comportarsi.

Allenarsi la mattina

Appena sveglio, dopo una prima fase di ripresa, il corpo appare certamente più riposato e reattivo, pertanto un’attività aerobica come una corsa o una camminata veloce potrebbe risultare molto efficace per il metabolismo.
Iniziare la giornata bruciando calorie, consente di poter fare una colazione abbondante e soprattutto sviluppare energie mentali ulteriori per affrontare le crisi della giornata.
Dalle ore 6:00 e alle ore 8:00 il cortisolo raggiunge il picco così come il testosterone e permettono di perdere peso quando aumentano e in particolare di sviluppare una notevole massa muscolare.
Se quindi il tuo scopo è dimagrire, non perdere tempo e metti subito le scarpe da ginnastica appena messi i piedi fuori dal letto, dedicandoti allo jogging, che scarica la mente e abbassa subito i livelli di stress.
Essendo l’ultimo pasto della sera precedente piuttosto lontano in termini di ore, quello che si andrà a bruciare saranno i grassi con la conseguenza che si andrà a diminuire la circonferenza delle aree più critiche, come le cosce, i glutei, e l’addome.

Allenarsi il pomeriggio

Per alcuni, il momento migliore per allenarsi è subito dopo pranzo e nel mezzo dell’orario di lavoro, oppure intorno alle 16-17 al termine degli impegni, in quanto si rivela essenziale per il proprio benessere psicofisico.
Si tratta di un modo per allenare ogni genere di tensione e lasciare i pensieri al giorno seguente, quando la giornata avrà nuovamente inizio.
Inoltre, intorno alle 17, il testosterone avrà un nuovo picco e pertanto sarà possibile lavorare in particolare sulla massa muscolare e sulla possibilità di aumentarla, a discapito di quella grassa.
Si bruceranno così le calorie del pranzo e si predisporrà il fisico per la cena, senza mettere in circolo una dose eccessiva di adrenalina prima di andare a letto, che potrebbe disturbare il sonno e renderlo irregolare.
Parliamo, quindi, dell’orario migliore per la mente, in quanto l’ansia e lo stress possono essere spazzati via da una corsa o una sessione di allenamento in palestra, passando tramite lo sforzo per svuotare il cervello.

– Allenarsi di sera

L’allenamento serale non è del tutto negativo come molti pensano, a patto che venga eseguito prima di cena e soprattutto due ore prima di andare a letto a dormire.
In caso contrario, i livelli di adrenalina tendono ad essere eccessivi e si potrebbe faticare a prendere sonno e avere comunque delle nottate agitate.
Dall’altro lato, soprattutto in estate, il fresco della sera può risultare piacevole e benefico, così da riuscire a proseguire più tempo del normale e quindi massimizzare lo sforzo per ottenere un effetto migliore dal punto di vista del dimagrimento e della massa muscolare.
Fai uno spuntino leggero prima di iniziare a correre o a fare i tuoi esercizi, il corpo avrà così la giusta energia senza essere appesantito e potrai dedicarti alla tua routine sportiva per poi meritarti una cena proteica e nutriente.