HomeBenesserePrenditi cura del tuo corpo scegliendo bene il giusto deodorante

Prenditi cura del tuo corpo scegliendo bene il giusto deodorante

Vuoi sapere come scegliere il deodorante più sicuro per la tua pelle?
Non conta se sei in estate o in inverno, dato che si sta parlando di un prodotto che ormai è divenuto fondamentale per l’igiene quotidiana e per la cura del corpo.
La deodorazione ha fatto passi da gigante e oggi si trovano mille proposte, tutte più o meno valide, ma non sempre è facile scegliere.

Le premesse per un buon deodorante

Un deodorante non solo dovrebbe essere di buona qualità per non creare arrossamenti, irritazioni o macchie sui vestiti, ma per rendere al meglio è indispensabile che venga utilizzato sulla pelle pulita, lavata e ben asciutta.
Ci sono formulazioni che mascherano il cattivo odore, altre che lo mitigano, altre ancora che ne evitano la formazione agendo sui batteri presenti nel sudore, che sono causa di olezzi poco simpatici.

Deodorante o antitraspirante?

Nonostante spesso rientri tutto nella medesima famiglia di deodoranti, è necessario distinguere attentamente tra deodorante e antitraspirante.

  • Deodorante: opera un’azione di profumazione in grado di celare l’emissione di cattivi odori e variarne l’impatto esterno.
  • Antitraspirante: impedisce al sudore di formarsi in grandi quantità, limitando quindi l’effetto sudorazione. In pratica, i pori della pelle vengono chiusi impedendo, in parte, la traspirazione. In questo modo si suda meno e quindi si ha minor probabilità di rilasciare odori sgradevoli.

I vari tipi di deodorante

Vi sono diversi formati di deodorante e scegliere quello giusto dipende molto dalla praticità.

  • Spray: è quello più pratico e igienico dato che non vi è contatto con la pelle e può essere utile in caso di condivisione con altre persone (ad esempio in famiglia o in palestra). Qualcuno potrebbe presentare allergie al propellente, anche se ormai la tendenza è quella di una formulazione rispettosa dell’ambiente e della pelle.
  • Con nebulizzatore: il deodorante con nebulizzatore prevede un liquido da spruzzare direttamente sulla parte da trattare. La pelle rimane appena umida ed è più facile controllare la nebulizzazione, amplificando l’effetto fresco.
  • Roll-on oppure stick: il deodorante con la classica pallina rotante permette di raggiungere le parti nascoste o difficili. Allo stesso modo, lo stick risulta pratico anche se richiede un’azione manuale per poter “spalmare” la pelle con il prodotto. Meglio se si passa su una pelle liscia e depilata, ma attenzione perché potrebbe lasciare tracce sui tessuti.
  • Crema: la crema è l’ultima frontiera della deodorazione ed è utile per chi suda poco. L’azione non è paragonabile alle soluzioni precedenti e potrebbe anche macchiare gli abiti.

Allume di rocca

Se palesi allergie o non vuoi trattare la pelle con soluzioni alcoliche (quasi tutti i deodoranti potrebbero contenere percentuali di alcool), puoi scegliere l’allume di rocca, ovvero una piccola pietra da inumidire e passare sotto l’ascella pulita e preferibilmente depilata. Non emana profumazione, quindi otterrai un effetto neutro sotto questo aspetto, ma opera molto bene sui pori e sulla riduzione della sudorazione.

Deodoranti naturali

Se non sai come scegliere il deodorante, sappi che ci sono sul mercato prodotti che presentano una base di acqua, a cui vengono aggiunte profumazioni ricavate da estratti naturali, come agrumi, erbe o fiori. Questi sono migliori dal punto di vista del profumo, rispettando la pelle.
La sensazione di freschezza è massima e in genere vengono commercializzati in forma liquida con vaporizzatore. Sia dal punto di vista ambientale, sia da quello qualitativo degli ingredienti, questi deodoranti naturali sarebbero da preferire, sebbene non contengano “particolari tecnologie” contro il sudore.