HomeBenesserePost-guarigione dal Covid-19: come riprendersi e recuperare le forze con l'alimentazione

Post-guarigione dal Covid-19: come riprendersi e recuperare le forze con l’alimentazione

Quante volte si sente parlare del Covid-19 come una comune influenza? In realtà non è cosi. A differenza di questa, il Covid può lasciare tracce anche una volta risultati negativi al tampone e quindi guariti, soprattutto le varianti più recenti. Molti individui, ad esempio, continuano a sentire una particolare stanchezza e debolezza per settimane in seguito alla guarigione, oppure hanno fastidi come tosse, mal di gola, mal di testa e affaticamento.
Per questo motivo nasce il libretto delle indicazioni nutrizionali che i soggetti colpiti da Covid, e poi guariti, devono seguire.

Non è scontato che per riavere uno stato di salute ottimale bisogna partire dall’alimentazione. Seguire un regime alimentare corretto, con l’assunzione di tutte le sostanze nutritive fondamentali per l’organismo, deve essere alla base di uno stile di vita sano in seguito alla malattia. Vediamo, quindi, gli alimenti che è fondamentale consumare dopo il Covid.

Alimenti ricchi di vitamine e fibre per un’azione antinfiammatoria

In linea generale, la dieta mediterranea è ottima per il recupero post-Covid, se seguita correttamente.
La prima cosa da fare è quella di mangiare cibi ricchi di fibre, che potenziano il sistema immunitario, oltre ad avere il compito di regolarizzare il funzionamento intestinale. Sì, quindi, a frutta secca, come noci, mandorle, nocciole, legumi (tra cui ceci, fagioli, piselli, fave e lenticchie), e tanta verdura, sia cruda che cotta. Hanno fibre anche i cereali, quindi: riso, pasta, mais e frumento.

Per aumentare l’azione antinfiammatoria non devono mancare vitamine e sali minerali. Frutta fresca e verdura di stagione sono importanti a prescindere, per potenziare l’organismo e per non subire carenze nutrizionali, ma in seguito alla malattia risultano fondamentali, in quanto necessarie per recuperare le forze e affrontare le attività quotidiane e lavorative. Se ci si sente deboli e basta poco per stancarsi fisicamente e mentalmente, ciò dovrebbe far scattare un campanello d’allarme per fare un cambiamento nel proprio modo di mangiare, attraverso l’assunzione di sostanze benefiche. Potrebbero essere utili anche integratori contenenti tali sostanze, tra cui anche fosforo e magnesio, ma in questo caso sarà doveroso e preferibile rivolgersi al proprio medico. In ogni caso, si deve sempre cominciare dal modo di mangiare.

Sostanze nutritive per il recupero di energia

La fragilità fisica potrebbe essere causata anche da una riduzione della massa muscolare; infatti, come succede anche durante un’influenza, con il Covid si tende a non avere appetito, quindi a mangiare meno. Una volta guariti è fondamentale reintrodurre tutti i liquidi, ma anche rafforzare i muscoli, soprattutto attraverso l’apporto proteico.

È necessario, quindi, consumare carne, pesce e uova. Come spuntino, un ausilio potrebbe essere dato dalla frutta secca, anch’essa ricca di proteine, o dalle barrette proteiche che mangiano anche gli sportivi, o chi fa quotidianamente attività fisica.
Ovviamente, anche i legumi contengono un’alta percentuale di proteine.

Dalla dieta post-Covid non devono mancare i carboidrati, in quanto sono il motore che dà la carica per fare qualsiasi attività. Non a caso, in una colazione bilanciata devono essere presenti tali sostanze nutritive. Non sarà solo il tuo corpo ad avere più forze, necessarie per affrontare la giornata, ma anche la tua mente.