HomeBenessereDieta Perricone, tutta la verità sull'alimentazione delle star

Dieta Perricone, tutta la verità sull’alimentazione delle star

Fa perdere peso, ma promette anche una riduzione degli stati infiammatori e un aspetto più giovane: stiamo parlando della dieta Perricone, che prende il nome dall’omonimo dermatologo americano.

Uno dei punti di forza di questo piano alimentare, infatti, è garantire una maggiore luminosità alla pelle, che in breve tempo diventa più elastica, ridensificata e meno segnata dal tempo.

Ma ecco la domanda di rito: la dieta più amata dalle star e da Letizia di Spagna funziona davvero? Per scoprire la verità, continua a leggere.

Dieta Perricone tra alimenti permessi e proibiti

Detta anche dieta lifting, il regime studiato da Nicholas Perricone permette di superare abbastanza agevolmente uno degli scogli dei piani dimagranti: affrontare il senso della fame.

I cibi previsti dal programma hanno un buon effetto saziante: abbondano, in particolare, le proteine magre della carne bianca, delle uova e dei pesci d’acqua fredda (non provenienti dagli allevamenti), ricchi di acidi grassi Omega 3.

Altro punto di forza è la presenza di verdure a foglia verde, contenenti antiossidanti e acido folico. I primi combattono i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento, mentre i secondi aiutano a prevenire malformazioni al feto durante la gravidanza.

Tra i cibi permessi rientrano anche il tè verde, bacche, ortaggi e frutta di stagione (inclusa quella a guscio): sono ricchi di fibre, acqua, minerali e vitamine, fondamentali per una corretta funzionalità degli organi.

Mancano quasi totalmente, invece, zuccheri, sale, carboidrati, legumi (fatta eccezione per le zuppe di lenticchie e fagioli), formaggi, insaccati, junk food e, a sorpresa, l’olio d’oliva.

Le regole della dieta lifting

Se decidi di seguire questo regime alimentare, sappi fin da ora che non può diventare uno stile di vita: Perricone promette risultati visibili a partire dalle prime 2 settimane. In ogni caso, non puoi andare oltre i 28 giorni consecutivi, a causa di uno sbilanciamento tra i nutrienti essenziali.

D’altro canto, la dieta permette di non sentire i morsi della fame e di fare 5 pasti al giorno, suddivisi tra 3 principali e 2 spuntini. Anche le cotture fanno la differenza: sono da prediligere quelle alla griglia, al vapore e al forno senza aggiunta di grassi e, quando possibile, il consumo a crudo.

Nulla vieta, poi, di aggiungere un terzo spuntino dopo cena, meglio se accompagnato da una tazza di tè verde o di tisana, rigorosamente non dolcificata. Sarà utile per affrontare gli attacchi di fame notturna ed evitare risvegli.

Quali risultati puoi raggiungere con il piano Perricone?

Come la maggior parte delle diete iper-proteiche e low carb, anche questa fa dimagrire in maniera rapida, senza intaccare la massa muscolare. Inoltre, stimola la produzione di collagene ed elastina, indispensabili per evitare la comparsa di rughe e macchie sull’epidermide, specialmente quella del viso.

Altri traguardi a portata di mano sono la riduzione degli stati infiammatori a livello degli organi, l’attivazione dei meccanismi di termo-genesi e il miglioramento del tono dell’umore. Ma attenzione: non devi superare il periodo consigliato, altrimenti gli effetti collaterali non si faranno attendere.

Tra questi ultimi ricordiamo carenze nutrizionali, mancanza di energie, perdita dei capelli, aumento del colesterolo cattivo e dei livelli di acido urico, secchezza delle fauci e difficoltà a evacuare. Tutti disturbi da non sottovalutare.