HomeBenessereCome prevenire l'eritema e preservare la pelle dall'invecchiamento dovuto ai raggi UVA...

Come prevenire l’eritema e preservare la pelle dall’invecchiamento dovuto ai raggi UVA e UVB

L’eritema è un’ustione di primo grado che si verifica quando la pelle viene esposta al sole in modo selvaggio, senza prendere i giusti accorgimenti per proteggerla.
Si manifesta solitamente con un arrossamento diffuso e con la comparsa di piccole bollicine ravvicinate, che possono prudere molto o addirittura provocare una sensazione di dolore.
Per evitare che tale fenomeno si verifichi, è meglio attuare una serie di comportamenti virtuosi, così da proteggere la cute e farla apparire giovane e sana.

Come prevenire l’eritema

– Valuta il tuo fototipo

Prima di procedere a eventuali rimedi, meglio valutare il proprio fototipo con attenzione.
Se sei una persona dalla pelle molto chiara e sottile, è altamente probabile che tu possa sviluppare un eritema, quindi meglio prevenire utilizzando un fattore di protezione molto alto.
Se tendi ad avere una carnagione olivastra, è più improbabile che l’eritema si manifesti, anche se non è escluso, quindi scherma comunque l’epidermide per evitare delle lesioni.
Le persone maggiormente soggette all’eritema sono quelle con capelli rossi, occhi chiari e lentiggini. Se perciò appartieni a questa categoria, fai la massima attenzione.

– Prendi degli integratori

Se noti che ogni anno tende a comparire l’eritema, soprattutto in alcune zone più soggette al fenomeno come petto e braccia, inizia a prevenire con largo anticipo utilizzando degli integratori con sostanze utili.
Questi sono a base naturale, capaci di sviluppare correttamente la melanina e far abbronzare la pelle in maniera graduale.
Il consiglio è di cominciare il trattamento in primavera, così da arrivare all’estate in perfetta forma sotto questo punto di vista.

– Utilizza un fattore di protezione adatto

La crema solare è fondamentale per prevenire la formazione dell’eritema.
Oggi in commercio esistono soluzioni di ogni genere, ma il suggerimento è di sceglierne una buona qualità e soprattutto valutare un fattore di protezione 30 o 50.
Avrai così la possibilità di schermare i raggi UVA e UVB, godendo allo stesso tempo di un’abbronzatura uniforme e luminosa.
Inoltre, opta sempre per un siero o un latte che siano adatti alla parte che stai trattando, come quelli dedicati al volto, che combattono anche le imperfezioni, donando la giusta dose di nutrimento.

– Metti la maglietta o il cappello

Se nonostante questi rimedi la pelle tende ad arrossarsi e mostrare piccole bollicine pruriginose, allora meglio tenere cappello e maglietta quando ci si espone al sole, non solo in spiaggia, ma in ogni contesto caldo e assolato.
Il consiglio è di prediligere dei tessuti naturali leggeri, come il cotone e il lino, che lasciano respirare la cute e non provocano allergie nel breve termine.

– Mangia molta frutta

La frutta, soprattutto alcune tipologie dalla polpa arancione o gialla, aiuta a prevenire la formazione dell’eritema, andando a sviluppare la melanina e rendendo la pelle meno soggetta alle scottature.
Questo non significa, però, non proteggere la cute, ma solo donarle uno scudo ulteriore, facendo anche il pieno di vitamine, che non fa mai male.

– Evita di esporti negli orari più caldi

Ci sono alcune fasce orarie che dovrebbero essere off limits, come quelle che vanno dalle 12 alle 16, quando il sole è molto forte e può comportare considerevoli danni alla cute.
Soprattutto nella stagione estiva, meglio mettersi sotto l’ombrellone in questi casi e attendere quella che viene definita golden hour, e cioè la parte della giornata in cui il sole scende.