HomeBenessereCome massaggiare il corpo con l'olio: idratare, nutrire e illuminare

Come massaggiare il corpo con l’olio: idratare, nutrire e illuminare

Utilizzato sin dall’antichità, l’olio da massaggio è un vero e proprio elisir di bellezza da sfruttare in ogni stagione. Oltre a idratare, infatti, l’olio consente di massaggiare il corpo donandogli piacevoli sensazioni di benessere e relax, di cui anche la psiche beneficia. Scopriamo insieme come applicarlo al meglio e quali tipologie utilizzare per le proprie esigenze.

Tante fragranze e diversi ingredienti per trarne il massimo beneficio: ecco i segreti dell’olio da massaggio

L’olio da massaggio per il corpo ha la capacità di nutrire a fondo, idratare e riparare i danni causati dal tempo in poche semplici mosse. Rispetto al passato, oggi le formulazioni sono molto variegate, meno pesanti e si assorbono facilmente: questo significa che non lasciano residui e non ungono, soprattutto quando la pelle è assetata e secca.

Per questo, è importante scegliere la texture più adatta al proprio fototipo e al grado di idratazione che si intende raggiungere: quando, ad esempio, la pelle è molto secca o viene esposta in modo prolungato al sole, sembra chiedere disperatamente acqua, nutrimento e idratazione. In tali casi, l’olio diventa un vero e proprio toccasana, che aiuterà l’epidermide a regolare il ph e a rigenerarsi in modo naturale.

Per quanto riguarda il momento migliore per applicarli, generalmente gli esperti della beauty care suggeriscono di procedere la sera, prima di andare a letto, per favorirne l’assorbimento. Ma non solo: in estate l’olio da massaggio si rivela un grande alleato anche al mattino, quando la pelle delle gambe è secca e richiede un olio che nutre e renda il loro aspetto brillante e sano, soprattutto se si indossano degli short o una gonna.

Meglio l’olio corpo o la crema?

La diatriba dura da molti anni e nessuno riesce a spiegare con chiarezza cosa sia meglio applicare sul corpo, se la crema o l’olio. In effetti, non ci sono motivi particolari a favore di uno dei due cosmetici che facciano pendere la bilancia verso l’uno o l’altro, perché ciò che li differenzia è solo la texture. La crema, infatti, è più pesante rispetto all’olio, che ha una consistenza leggera e può essere massaggiato anche dopo la doccia, quando la pelle è ancora umida, favorendone l’assorbimento.

Una buona qualità di olio, ad esempio, può essere combinata a essenze specifiche che ne potenziano gli effetti e l’efficacia. Facciamo degli esempi: se la pelle ha bisogno di energia e un pieno di vitamine, è possibile aggiungere qualche goccia di olio essenziale alla vitamina C nella composizione basica, per poi massaggiare delicatamente il corpo. Quando, invece, ci sono escoriazioni, cicatrici o piccole macchie solari, si può aggiungere qualche goccia di olio alla lavanda e applicarlo sulle zone più colpite.

Qualsiasi fragranza decidiate di utilizzare, applicatela sulla pelle eseguendo massaggi leggeri, che partono dal piede, giungono alle caviglie e raggiungono gradualmente cosce e glutei.

Quali movimenti eseguire per un perfetto massaggio

Pur non essendo massoterapisti di professione, è possibile eseguire dei massaggi efficaci e sicuri su tutto il corpo. Certo, l’ideale sarebbe sottoporsi a una seduta di massoterapia su un lettino comodo e con l’atmosfera giusta, ma il tran tran della vita quotidiana spesso ci impone di ottimizzare i tempi, approfittando di ogni momento libero per potersi prendere cura di sé stessi.

Se, dunque, avete acquistato l’olio e vi accingete a utilizzarlo, vi suggeriamo di fare la doccia e con la pelle ancora un po’ bagnata procedere al trattamento: iniziate con movimenti circolari sulle zone più ossute, come il piede e la caviglia, mentre nell’area delle cosce, dei glutei e dell’addome alternate movimenti circolari al cosiddetto “massaggio a impasto”, i cui movimenti assomigliano a quelli eseguiti quando si impasta la farina con gli altri ingredienti. Questi gesti serviranno a ottimizzare i risultati e a potenziare l’efficacia dei principi nutritivi contenuti nell’olio.