HomeBenessereChe cos'è il journaling e come può migliorare e trasformare la tua...

Che cos’è il journaling e come può migliorare e trasformare la tua vita

Per ritrovare il benessere mentale e ridurre lo stress quotidiano può essere davvero d’aiuto la scrittura e in particolare iniziare la tecnica del journaling, un’abitudine che ha già conquistato milioni di persone. Se volete saperne di più riguardo il journaling e come può migliorare la vostra vita, continuate a leggere!

Che cos’è il journaling

Il termine francese journaling può essere tradotto in italiano con “giornaliero” e consiste nella scrivere quotidianamente i propri pensieri, riflessioni, obiettivi e aspettative in un diario. Rispetto all’abitudine di tenere un’agenda, dove si è soliti segnare solo gli appuntamenti o le scadenze, nel journaling non vi sono schemi precisi ma è un lento e costante flusso di pensieri impresso su carta. Per iniziare la tecnica del journaling è opportuno stabilire una routine quotidiana, dedicando alla scrittura almeno 5-10 minuti negli orari che si preferiscono e scegliere preferibilmente la scrittura a mano, che permette meno interruzioni e una maggiore velocità nell’imprimere pensieri e idee.

Come funziona il journaling

Se non si è abituati a scrivere, per iniziare il journaling si possono usare i cosiddetti “journaling prompts”, che consistono in una serie di domande cui rispondere per dare una scaletta più precisa ai propri pensieri. Ad esempio, si può iniziare a scrivere rispondendo alle seguenti domande: Come mi sento oggi? Quali sono le 5 cose che mi fanno sentire bene? Partendo dai journaling prompts si può iniziare a sviluppare la propria scrittura giornaliera, sempre seguendo lo schema delle domande. In alternativa, si può invece usare la tecnica del “brain dump”, che consiste nel far fluire naturalmente i propri pensieri e scrivere senza schemi prestabiliti, ma di getto.

Perché iniziare il journaling

La tecnica del journaling viene suggerita da molti mental coach, perché è un esercizio giornaliero che è in grado di rilassare la mente e migliorare il benessere psico-fisico. Il journaling può essere particolarmente terapeutico quando si è tristi o si è molto stressati, perché scrivere su carta i propri pensieri può diventare un vero e proprio sfogo emotivo o essere uno strumento di auto-analisi. Con la scrittura si riescono a chiarire alcune situazioni complicate e si ha una visione più distaccata e oggettiva dei problemi. Il journaling non è soltanto importante per alleviare o addirittura ridurre lo stress, ma può essere utile per chi fatica a organizzare la propria giornata o ha tantissime idee e non sempre le ricorda con precisione. Se si ha un progetto o un’idea, basterà scriverla a mano sul proprio journal e si avrà la sicurezza che rimarrà impressa sulla carta.

Tipologie di journaling

Si possono creare tantissimi tipi di journaling, alcuni che sfruttano il flusso di coscienza o i journaling prompts, mentre altri sono indicati per chi vuole trasformare la propria vita e sfruttare questo strumento per renderla migliore. Il diario della gratitudine è una delle forme di journaling più apprezzate e consiste nell’elencare almeno 5-10 cose al giorno per cui essere grati. Il diario della gratitudine può essere usato nei periodi in cui si stressati, tristi, sfiduciati o si hanno problemi familiari o lavorativi, trasformando così con la scrittura un periodo negativo in qualcosa di veramente positivo. Per chi non ama il brain dump e vuole comunque organizzare al meglio la propria vita, si può usare la tecnica delle bucket list, che consiste nello scrivere delle liste per fissare i propri obiettivi o semplicemente per stabilire le proprie priorità. Le bucket list possono riguardare le cose da fare nell’immediato futuro per essere felici o la lista delle cose che odiate, basta soltanto inserirle in elenchi nel vostro diario giornaliero.