HomeBellezzaUnghie deboli e fragili? Ecco alcuni consigli utili per renderle più sane...

Unghie deboli e fragili? Ecco alcuni consigli utili per renderle più sane e forti

Le unghie deboli interessano donne e uomini di qualsiasi età. Si manifestano con alterazioni nella struttura e nella forma, righe verticali e una naturale predisposizione alla rottura, allo sfaldamento e alla scheggiatura. Il disturbo può essere di tipo transitorio o cronico: nel primo caso è legato a una carenza vitaminica, all’uso di prodotti con formulazioni troppo aggressive, a una micosi ungueale o alla psoriasi, mentre nel secondo è dovuto a patologie su base immunitaria. Tuttavia, individuata la causa, può essere trattato con delle semplici accortezze quotidiane, qualche rimedio mirato e, in caso di malattia correlata, con dei farmaci consigliati solo dal medico curante.

Perché le unghie diventano fragili?

La fragilità delle unghie può essere un fenomeno temporaneo, legato a fattori esterni e a carenze alimentari oppure un problema cronico dovuto a patologie quali l’anemia, l’iper o l’ipotiroidismo. In entrambi i casi, è possibile trattare il disturbo con rimedi mirati. Per rinforzare le unghie di mani e piedi è quindi indispensabile conoscere la causa scatenante e intervenire di conseguenza. Intanto, per contrastare gli effetti della fragilità, si suggerisce di sostituire le tradizionali forbicine con la lima, perfetta per accorciare le unghie senza provocare micro traumi. Anche l’alimentazione gioca un ruolo indispensabile, motivo per cui è importante introdurre nella dieta alimenti ricchi di calcio, vitamine A, B6, C e un adeguato apporto di proteine. Quando si fanno le pulizie di casa, è utile indossare sempre i guanti per evitare che i detergenti possano aggredire e indebolire ulteriormente le unghie.

Rimedi per trattare le unghie deboli

Per rinforzare le unghie deboli si consiglia di sospendere per qualche mese i trattamenti di bellezza quali ricostruzioni, combo, colate in gel o l’uso del semipermanente. La superficie ha bisogno di respirare e, al contrario, queste soluzioni finirebbero per rovinarla e favorire la formazione di micosi. Per contrastare la fragilità delle unghie è opportuno:

• idratare mani e piedi con una crema specifica arricchita con vitamine e minerali, senza dimenticare di bere 2 litri di acqua al giorno;

• effettuare periodicamente un impacco di olio e limone. Il trattamento a costo zero si ottiene mescolando due cucchiai di olio extravergine d’oliva a uno di succo di limone. I due ingredienti, lavorando in sinergia, hanno un interessante effetto rinforzante ma anche sbiancante. Dopo 10 minuti, l’impacco lascerà le unghie lucide e dall’aspetto curato;

• immergere le unghie in una soluzione composta solo da tè verde per almeno 10 minuti. Al termine del trattamento e dopo un’adeguata asciugatura, sarà possibile procedere con la normale manicure.

Qualora il disturbo dovesse persistere, è opportuno associare a una dieta sana e bilanciata anche un integratore alimentare specifico per le unghie di mani e piedi. In genere, questi prodotti sono arricchiti con vitamina C, zinco, rame, MSM, alga Lithotamnium calcareum, L-Lisina e L-Prolina. In particolare, la vitamina C contribuisce alla stimolazione naturale del collagene, lo zinco è responsabile della buona salute delle unghie, il rame ne stimola invece la crescita. La sinergia tra questi tre elementi contribuisce a proteggere le cellule dallo stress ossidativo. Per contrastare le unghie deboli, inoltre, si consiglia di utilizzare delle basi rinforzanti da applicare come un normale smalto trasparente o sotto uno colorato. Il trattamento consente di proteggere la lamina ungueale dai componenti chimici troppo aggressivi, impedendo l’esfoliazione e la rottura dell’unghia. Per un uso corretto è bene seguire sempre le indicazioni riportate sulla confezione.