HomeBellezzaTutti i benefici del peeling enzimatico: come prendersi cura della pelle con...

Tutti i benefici del peeling enzimatico: come prendersi cura della pelle con la skin care

Ogni donna ha la sua beauty routine di bellezza. Si tratta di piccoli gesti quotidiani che preservano la salute della pelle e ne promuovono il turn over cellulare. Uno degli step che spesso viene sottovalutato, ma che è di estrema importanza, è l’esfoliazione. Meccanica o chimica apporta benefici immediati: consente di liberare i pori ostruiti, rimuovere smog e cellule morte dal viso, stimolare la produzione di collagene ed elastina e uniformare il colorito per un incarnato fresco e luminoso. Le imperfezioni possono essere drasticamente ridotte con un buon peeling enzimatico: un’innovazione tutta da scoprire per una pelle al top. Vediamo meglio in cosa consiste.

Cos’è il peeling enzimatico

Trattamento dall’efficacia scientificamente provata, il peeling enzimatico pulisce la pelle in profondità liberando i pori dalle impurità. La sua azione è più potente rispetto al classico scrub meccanico realizzato da micro-particelle di dimensioni ridotte. Il peeling enzimatico favorisce il turn over cellulare ma, per poter funzionare al meglio, richiede costanza nell’uso. Almeno una volta la mese, o con cadenza maggiore in base al proprio tipo di pelle, è bene sottoporsi a questo trattamento che può essere fatto in casa oppure da un professionista.

Come funziona il peeling enzimatico

Il funzionamento di questo trattamento è molto semplice e riesce a pulire e idratare la pelle non solo in superficie, ma anche in profondità. Questo trattamento può essere utilizzato su tutti i tipi di derma, anche se può essere molto utile comprendere la reazione della propria cute alle singole componenti del prodotto. Si tratta, infatti, di un peeling chimico abbastanza aggressivo che va utilizzato per dissolvere e minimizzare i danni causati dagli agenti esterni e dallo stress ossidativo. Ottimo per migliorare la texture della pelle, riesce a eliminare, se applicato con costanza, persino macchie e grani di miglio, minimizzando al tempo stesso anche i pori dilatati.

Come si esegue il peeling enzimatico

Viene definito peeling enzimatico un mix di enzimi e acidi che permettono di rimuovere in profondità tutte le impurità presenti sulla cute e, dunque, non solo quello che si deposita sullo strato superficiale. Questo è il motivo per cui questo trattamento funziona al meglio su ogni tipologia di pelle, anche su quelle acneiche e particolarmente infiammate. Un vero e proprio elisir di bellezza che prepara il campo all’applicazione dei trattamenti successivi, in primis il siero e la crema. Il peeling, infatti, liberando il derma da ogni possibile ostruzione, garantisce risultati eccezionali nel corso del tempo.

Tipologie di pelle e benefici

Gli effetti del peeling enzimatico sia sulla pelle del viso che del corpo sono visibili nel tempo grazie alla funzionalità e all’efficacia del prodotto. Su pelli acneiche il trattamento può essere eseguito una o due volte al mese, per prevenire e curare la formazione delle macchie e fornire la giusta idratazione al viso. Inoltre, è molto utile per riequilibrare la produzione di sebo in eccesso. Sulle pelli secche il peeling enzimatico è la soluzione per evitare la formazione di impurità. Il prodotto elimina dalla cute le pellicine e le sporcizie che si accumulano nel corso del tempo e che non vengono rimosse dalla normale detersione. Anche le pelli sensibili possono trarre dal peeling enzimatico effetti immediati, poiché hanno l’opportunità di ottenere un buon grado di idratazione attraverso l’uso di un trattamento che regala una pelle liscia e vellutata subito dopo l’uso. Da provare di giorno prima di esporsi al sole e agli agenti atmosferici.