HomeBellezzaTruccarsi con i pennelli come una make up artist

Truccarsi con i pennelli come una make up artist

I pennelli erano in passato solo un accessorio utilizzato dalle make up artist, mentre oggi vengono venduti in pratici ed eleganti set per realizzare un trucco perfetto e senza fatica.
Il segreto è, però, conoscere le differenze e il loro funzionamento, poiché ogni forma e modello offre una sfumatura di colore diverso.
Vediamo, quindi, quali sono i pennelli indispensabili per poter valorizzare i tuoi lineamenti, sia per un make up da tutti i giorni sia per un evento particolare e mondano.

Quali pennelli scegliere per il trucco?

– I pennelli tondi di medie e grandi dimensioni

Quando all’interno del set trovi un pennello grande e piatto, quello è ideale per stendere il fondotinta fluido in maniera omogenea, realizzando uno strato sottile e più naturale rispetto al passaggio con le dita o con la spugnetta.
Se noti che, invece, il pennello grande è stondato e con la forma leggermente a punta, allora utilizzalo per fissare la cipria trasparente oppure la terra, soffiando sulla sommità per togliere il prodotto in eccesso.
Molto elegante è il pennello kabuki, corto e largo, che serve ancora per le polveri sottili e si mostra morbido e soffice sulla cute.

– I pennelli medi e obliqui

Un pennello obliquo dalle medie dimensioni è ideale per stendere un velo di blush sulle guance, in quanto la sua forma consente di evidenziare gli zigomi nella maniera corretta.
Lo stesso discorso può essere applicato all’illuminante, che viene distribuito solo in piccole zone per evitare che si crei un effetto del tutto innaturale.

– I pennelli piccoli e dalle setole morbide

Se sei un amante degli ombretti e desideri sfumarli al meglio per dare un effetto wow, la soluzione sono i pennelli di piccole dimensioni e dalle setole molto morbide.
Riescono, infatti, a inserirsi nelle pieghe degli occhi e rendere il colore meno intenso.
Nel caso si desiderasse, però, un risultato maggiormente saturo, allora potrai bagnare la punta e fare in modo che il pigmento si fissi alla palpebra mobile e a quella fissa.

– I pennelli piatti e leggermente più duri

Se vuoi stendere alla perfezione il rossetto o il gloss, la soluzione che fa esattamente al caso tuo è il pennello piccolo e sottile.
La forma piatta raggiunge al meglio gli angoli delle labbra, così che non si esca dal disegno, meglio ancora se tracciato prima con una matita.
Esistono modelli più o meno sottili, a seconda della precisione che si vuole ottenere, necessaria soprattutto con un colore scuro che si nota maggiormente se steso male.

– I pennelli con scovolino

Esiste un particolare tipo di pennello che sulla parte superiore presenta uno scovolino lungo, che serve a mettere in piega le ciglia prima e dopo aver messo il mascara.
Il retro è solitamente occupato da una piccola spazzolina dura in plastica, ideale per pettinare le sopracciglia dopo aver passato un prodotto fissante.
Anche in questo caso, le dimensioni sono lunghe e sottili, così da ottenere un effetto vamp e ben definito con poche semplici passate.

Come scegliere le setole

Se sei indeciso su quali setole utilizzare, il suggerimento è di seguire questa semplice regola.
Quelle naturali sono perfette per i prodotti in polvere come gli ombretti, i blush e le ciprie volatili, mentre quelle sintetiche si prestano maggiormente ai cosmetici cremosi per occhi, guance e sopratutto labbra.
Il suggerimento è di lavare con cura il pennello con cadenza periodica, in modo che non si depositino virus e batteri sulla superficie che potrebbero irritare il volto e provocare la comparsa di piccoli brufoletti e discromie.