HomeBellezzaScegli la spazzola giusta per definire la chioma

Scegli la spazzola giusta per definire la chioma

Le spazzole non sono tutte uguali e nell’ultimo periodo si è dedicata grande concentrazione alla scelta del modello migliore per realizzare la piega giusta.
Molta della bellezza di un look passa infatti per la scelta degli accessori utili, come il phon, la piastra e appunto le spazzole idonee.
In questo articolo vedremo nel dettaglio quali sono le varianti più indicate per tutte le evenienze e come sfruttarle al meglio per un finish luminoso, un’acconciatura riccia o mossa come vuole la moda del momento.

I tipi di spazzole per la piega

In commercio ci sono molti tipi di spazzole e pettini per capelli: non tutti di adattano al tipo di effetto desiderato o di capello. Vediamo insieme quali criteri usare nella scelta della spazzola per capelli giusta!

La spazzola piatta

Il modello più classico di spazzola è certamente quella piatta, che si caratterizza per una struttura in plastica dura piuttosto ampia e larga, così da poter trattare ciocche di grandi dimensioni.
Viene solitamente utilizzata per ottenere una piega liscia sui capelli che non sono molto crespi. Durante l’asciugatura si spazzola direzionando il calore del phon su ogni ciocca.
Il manico deve essere comodo ed ergonomico per consentire la giusta impugnatura per tutta la durata della messa in piega.
Nel tuo set non può mancare questo modello perché è anche estremamente utile per togliere l’elettricità quando i capelli presentano questo fenomeno, abbassandoli con delicatezza in modo che non si danneggino.
Scegli un brand affidabile dal punto di vista dei materiali, facendo attenzione alla qualità poiché si tratta di un prodotto che userai molto a lungo nel tempo.

La spazzola tonda

Come realizzare una perfetta messa in piega senza l’ausilio di una spazzola tonda con le setole dure?
Questa può essere di varie dimensioni, da quella più piccola e sottile a quella più larga e spessa, così da poter portare a termine sia dei boccoli più fitti sia delle onde hollywoodiane molto più moderne, che si possono poi modellare con le dita per un effetto naturale.
La spazzola tonda è essenziale quando si desidera lisciare le ciocche, dividendo la testa in più sezioni e arrotolando i capelli, per poi tirarli senza che il calore sia troppo vicino e solo dopo aver utilizzato un apposito prodotto per lo styling, che protegga dalla radice alla punta.
Opta per un manico ergonomico e morbido, con rivestimento in gomma affinché non sfugga dalle mani mentre vengono tirate le ciocche.
Ricorda poi di rimuovere i capelli incastrati a ogni utilizzo per mantenere puliti i tuoi accessori e poterli sempre utilizzare senza il pericolo che si accumulino virus e batteri.

La spazzola morbida per le extension

Se hai pensato di allungare i tuoi capelli in maniera artificiale con delle extension, dovrai fare molta attenzione al tipo di spazzola che decidi di usare, poiché potrebbero venire via le ciocche che sono state annodate o fissate con l’apposita sostanza.
In commercio sono disponibili delle spazzole leggermente bombate, dalla forma ovale, che si caratterizzano per le setole morbide e corte, che non penetrano quindi in profondità andando a indebolire l’attaccatura.
Il rischio è quello che le extension durino di meno e che sia necessario fare nuovamente il macchinoso lavoro senza che sia trascorso il tempo previsto.

Spazzola lisciante

L’ultima tendenza è quella della spazzola lisciante, una via di mezzo tra un modello tradizionale e uno che si riscalda come se fosse una piastra.
È necessario attaccarla a una presa di corrente e regolare la temperatura come desiderato, spazzolando i capelli invece di usare il Phon e completando la piega in maniera molto più rapida e spesso meno dannosa per il capello, soprattutto se si usa un prodotto protettivo.