HomeBellezzaOlio di canapa, il tuo must have per la bellezza e la...

Olio di canapa, il tuo must have per la bellezza e la salute

Sempre più donne lo acquistano per le sue innumerevoli virtù: stiamo parlando dell’olio di canapa, una delle sostanze naturali più efficaci per mantenere la pelle bella, giovane ed elastica. L’azione idratante, sebo-normalizzante e antinfiammatoria convivono in questo prodigioso cosmetico, peraltro di recente commercializzazione in Italia. Nelle prossime righe faremo un viaggio tra proprietà, benefici e utilizzi per trarre il meglio dal prodotto.

Olio di canapa a uso cosmetico, che cos’è

Si tratta di una preparazione naturale, ottenuta dalla spremitura a freddo dei semi estratti dalle piante coltivate esclusivamente per finalità non mediche e non ricreative; dal residuo di tale procedura si ricava, invece, la farina. La dicitura più appropriata per il prodotto sarebbe olio di semi di canapa, in quanto l’olio di cannabis propriamente detto può contenere anche gambi, fiori e foglie della marijuana, con percentuali variabili di CBD (cannabidiolo) e THC (tetra-idro-cannabinolo). Gli oli a uso cosmetico, quindi, sono in piena linea con le normative riguardanti il mercato dei derivati della canapa e, in molti casi, idonei anche al consumo alimentare.

Quando l’olio di canapa è legale?

La risposta è: quando il tenore di THC non supera lo 0,5%. Oltre tale soglia, questa sostanza ha effetti psicotropi ed è utilizzabile soltanto a scopo medico, prevalentemente in ambito ospedaliero. Ad ogni modo, la concentrazione di tetra-idro-cannabinolo per i preparati cosmetici e alimentari non arriva mai allo 0,2-0,3%, percentuali irrisorie e, pertanto, non in grado di agire sulla psiche.

Olio di semi di cannabis per la pelle

Il prodotto è compatibile con tutti i tipi di pelle, compresa quella secca, per l’alto contenuto di acidi grassi Omega 3; ripara le cellule dai danni del sole, attenua le rughe, libera i pori ostruiti e dà il meglio di sé sulla cute soggetta ad acne, brufoli, comedoni e untuosità sulla zona T (fronte, naso, mento), grazie alle sue proprietà purificanti e sebo-regolatrici. È perfetto per l’epidermide del viso come per quella del corpo, anche aggiunto alla crema utilizzata quotidianamente; in alternativa, si possono acquistare preparati contenenti questo ingrediente prodigioso. Opportunamente aggiunto a composti acidi e retinoidi, ne attenua l’azione aggressiva e previene eventuali rossori.

Come usare l’olio di semi di canapa sulla cute

Si può utilizzare puro (ne bastano poche gocce) oppure in abbinamento a un fluido vettore, in genere un altro olio naturale o una crema a viscosità medio-bassa e con pochi ingredienti. Per un impiego ottimale, basta scaldare il prodotto tra le dita per qualche secondo e picchiettarlo sulla zona da trattare. In alternativa si può massaggiare lentamente, senza sfregare troppo, per non irritare la pelle: al contrario di altre sostanze oleose, questa ha il grande vantaggio di un rapido assorbimento, pertanto occorrerà pochissimo tempo per la stesura.

Effetti dell’olio di semi di cannabis sulla cute

Rispetto ad altri preparati (naturali o meno), questo lascia l’epidermide luminosa fin dai primi giorni, senza stressarla e lasciandola respirare. Nell’arco della prima settimana, scompaiono i segni della disidratazione, mentre le rughe appaiono meno marcate e il colorito più uniforme. Per trarre il massimo beneficio dal prodotto, occorre applicarlo mattina e sera sul viso, dopo ogni doccia sul corpo, per un periodo di tempo non inferiore alle 2 settimane: senza esagerare con i quantitativi.