HomeBellezzaMake-up da cerbiatto: il trucco perfetto per gli occhi castani

Make-up da cerbiatto: il trucco perfetto per gli occhi castani

Gli occhi sono lo specchio dell’anima e per questo motivo vanno messi in risalto nel migliore dei modi attraverso il make-up.
Negli ultimi anni, complice anche l’evoluzione dei social network, le tendenze beauty che hanno preso piede tra influencer e celebrities sono davvero tantissime.

Il trucco occhi è sempre stato un must e, contemporaneamente all’uscita di nuovi trucchi, sono cambiate anche le tecniche di applicazione, producendo effetti inediti. Uno di questi effetti è l’occhio da cerbiatta: un ever green del make-up dai tempi di Audrey Hepburn, che ha assunto nuove forme e colori. Scopriamo insieme come realizzarlo sugli occhi castani.

Tutto il necessario per un trucco occhi da cerbiatta

Lo scopo del make-up, che trasforma gli occhi come quelli di un cerbiatto, è quello di conferire allo sguardo dolcezza e ingenuità, rendendolo ancora più languido.
Questo effetto è comparso per la prima volta sul viso di Audrey Hepburn: i suoi occhi grandi e sognanti hanno fatto innamorare milioni di uomini e ragazze, che volevano riprodurlo a tutti i costi. Ancora oggi, gli occhi da cerbiatta sono irrinunciabili per un make-up adatto a ogni occasione. Per la sua realizzazione occorrono alcuni prodotti basilari come una matita occhi, un buon mascara allungante e due tonalità di ombretto, una più chiara e una più scura. Solitamente, le nuances di questi prodotti (mascara a parte, che resta sempre nero) virano in base al colore degli occhi su cui si vuole realizzare l’effetto. In questo caso, se gli occhi sono castani, anche la matita e l’ombretto dovranno avere shades marroni.

Come realizzare il trucco da cerbiatta sugli occhi castani

Abbiamo elencato i prodotti di make-up essenziali per realizzare il trucco da cerbiatto. Tuttavia, per la perfetta riuscita dell’effetto, sono necessari piccoli accorgimenti che possono fare davvero la differenza, soprattutto se volete sfoggiare questo sguardo in un’occasione speciale.
Per far sì che il trucco non si disperda nel corso della giornata, in particolar modo in estate con il caldo che tende a scioglierlo, dovrete munirvi di un primer occhi. Questo prodotto è studiato appositamente per trattenere l’ombretto sulla palpebra mobile, senza farlo entrare nelle pieghe dell’occhio.

Il suo scopo è quello di rendere la parte superiore appiccicaticcia e opaca allo stesso tempo, pronta per accogliere il trucco in polvere o in crema. Un’altra tips utile per la riuscita ottimale dello sguardo languido da cerbiatta è l’utilizzo di ciglia finte. Non tutte possiamo godere di ciglia lunghe e definite; in questo caso le ciglia finte ci vengono in soccorso, conferendo allo sguardo tridimensionalità, come quello di una principessa Disney. Ne esistono di diversi tipi, da quelle che riproducono l’intera arcata cigliare, a quelle raccolte in piccole ciocche, da attaccare con l’apposita colla solo nei punti che preferiamo della palpebra.

Il procedimento

Dopo aver steso sulla palpebra mobile e immobile il prime occhi, il primo passaggio è l’applicazione dell’ombretto più chiaro su tutto l’occhio. Il colore consigliato per gli occhi marroni è il color vaniglia, per illuminare lo sguardo.

Con la matita marrone create un eye contouring lungo la rima interna ed esterna dell’occhio, creando la classica codina di rondine. Con un pennellino semi-rigido andate a sfumare la codina per assottigliarla a vostro piacimento. Lo stesso pennello poi, usatelo per sfumare l’interno dell’occhio, così da dare profondità allo sguardo.

Dopodiché, con un pennello da sfumatura applicate l’ombretto marrone scuro su tutta la palpebra, facendo attenzione a sfumarlo bene, senza lasciare eventuali chiazze.

Il tocco finale: usate un piegaciglia per curvare naturalmente le vostre ciglia e applicate due strati di mascara. Se volete aggiungere le ciglia finte, ricordate di stenderle con il mascara una volta applicate. In questo modo l’occhio si aprirà al massimo e otterrete il vostro sguardo da cerbiatta.