HomeBellezzaL'olio rigenerante: non c'è beauty routine che possa farne a meno

L’olio rigenerante: non c’è beauty routine che possa farne a meno

Viso stanco, rughe pronunciate, lineamenti che cedono… Il rilassamento cutaneo è inevitabile e di certo non fa bene al morale.

Se avete già scartato l’idea di un ritocchino e non confidate troppo nemmeno nel marketing anti età la soluzione per trattare la pelle matura sono loro: gli olii rigeneranti.

Olio rigenerante: cos’è e come funziona

Per aiutare la pelle a difendersi dalle aggressioni del tempo, restituirle tono e luminosità, pur senza inseguire il mito della giovinezza a tutti i costi, l’olio rigenerante è la soluzione.

È in grado di nutrire, idratare e proteggere l’epidermide, lenisce prurito e irritazioni, può essere rimpolpante e tonificante.

Insomma, un vero e proprio elisir di bellezza che costituiscono un bonus della beauty routine quotidiana.

Gli olii rigeneranti costituiscono, anche da soli, un trattamento completo, a condizione che siano adatti al tipo di pelle e alle esigenze. Come sceglierli, dunque?

Pelli secche

La pelle secca è sottile, tesa e spenta. Per ridarle tono e luminosità l’ideale sono:

  • olio di mandorle dolci. Ricco di vitamine A ed E, nutre, lenisce e protegge la pelle dalla disidratazione
  • olio di macadamia. Ricco di acidi grassi, ammorbidisce e nutre in profondità, prevenendo la disidratazione
  • olio di avocado. Ripara la pelle secca e secca e lascia un sottile strato protettivo
  • olio di cocco. Consente all’epidermide di mantenere l’idratazione, purifica, lenisce e ha proprietà antietà

Pelli grasse

La grana della pelle è irregolare, i pori sono dilatati e la pelle tende a essere lucida. Potete optare per:

  • olio di jojoba. Ha proprietà seboregolatrici
  • olio di nocciola. Ideale per le pelli acneiche, combatte naturalmente brufoli e punti neri
  • olio di cumino. È un potente antinfiammatorio e purificante, perciò aiuta la pelle a rinnovarsi e a ridurre visibilmente le cicatrici da acne

Pelli mature

Se la vostra pelle sta perdendo compattezza ed elasticità, è più opaca e più sottile al tatto o se rughe e linee sottili cominciano a fare capolino, optate per:

  • olio di argan biologico. È emolliente e rassodante e ridona alla pelle elasticità
  • olio di borragine. Ricco di omega 6, quest’olio è un potente ricostituente
  • olio di enotera. Ricco di vitamina E e acidi grassi essenziali, è un alleato perfetto per rigenerare la pelle

Pelle macchiata

L’effetto tipico di questo tipo di epidermide è la comparsa di arrossamenti localizzati, principalmente sulle guance. A volte il rossore si accompagna anche a formicolio, calore, senso di oppressione… In questo caso, potete scegliere:

  • olio di calofilla. Ideale per combattere couperose e arrossamenti
  • olio di germe di grano. Ricco di omega 6, vitamina A, E, D e K: è utilissimo per combattere gli arrossamenti diffusi
  • olio di iperico. Ha proprietà lenitive, cicatrizzanti e rigeneranti

Olio rigenerante: come si usa

Adoperare l’olio rigenerante per il viso è semplicissimo: tutti i flaconi sono, in genere, dotati di una pipetta. Basta prelevare una quantità pari a un terzo e metterla sui palmi delle mani. L’olio rigenerante per il viso va scaldato un po’ con le mani prima di applicarlo sul viso, massaggiando dal basso verso l’alto del viso senza dimenticare collo e décolleté.

L’ideale è usarlo prima di andare a dormire o al mattino, nel caso di pelli secche o mature.

L’olio rigenerante, inoltre, può essere utilizzato anche al posto del latte detergente come struccante. L’effetto è davvero wow e non avrete bisogno di nient’altro…