HomeBellezzaIl nuovo trend makeup 2022: i glitter per gli occhi

Il nuovo trend makeup 2022: i glitter per gli occhi

Cosa sono i glitter per gli occhi?

I glitter per occhi non sono altro che ombretti, in polvere, liquidi o in crema, contenenti piccole particelle brillanti che riflettono la luce e conferiscono al look un tocco luminoso. Questa tipologia di prodotto è ideale da abbinare a un trucco scuro, come uno smokey eyes, per creare dei punti luce sull’angolo interno o esterno dell’occhio, oppure da applicare su una base neutra per dare luce al volto. Tra i colori più in voga rientrano senza dubbio l’oro, l’argento, il bianco ottico e il bronzo. Tuttavia, chi ama le nuance accese o fluo potrà optare per il verde, il blu o il fuxia. Non solo, in base alla tipologia di prodotto è possibile trovare ombretti con glitter di dimensioni variabili, dai più piccoli e quasi impercettibili, fino a quelli più grandi e ben visibili. Anche la base può cambiare, infatti, alcuni prevedono un finish perlato mentre altri vengono aggiunti a ombretti opachi per creare un contrasto glamour.

Come scegliere i migliori glitter per gli occhi

Per capire quali siano i migliori glitter per occhi è necessario conoscere alcune caratteristiche. In primo luogo, la saturazione del colore deve essere piuttosto elevata. Infatti, se non è presente la giusta quantità di pigmento, il prodotto apparirà poco acceso e i brillantini saranno impercettibili. Un altro fattore da valutare è la dimensione dei glitter: questi non dovranno essere troppo piccoli, perché tenderebbero a fare il cosiddetto fall-out, ovvero cadere sugli zigomi e sul contorno occhi, ma nemmeno troppo grandi poiché potrebbero risultare fastidiosi sulla pelle o entrare negli occhi, generando delle irritazioni o rossori.

Come applicare i glitter per occhi

Per quanto riguarda i glitter per gli occhi in polvere, il miglior metodo per una corretta applicazione è quello di utilizzare come step iniziale un primer neutro e successivamente picchiettare il prodotto con un pennello a lingua di gatto. Per rendere il look ancor più brillante è possibile inumidire le setole utilizzando un fissante per makeup, da nebulizzare direttamente sull’ombretto, oppure dell’acqua.
Quelli liquidi, invece, possono essere applicati con i polpastrelli. Sarà sufficiente prelevarne una goccia per poi depositarla nella zona che si intende rendere luminosa (angolo interno dell’occhio, arcata sopraccigliare, centro della palpebra ecc…). Questa tipologia di glitter può essere altresì utilizzata sopra un ombretto in polvere (evitando che questo venga rimosso) per rendere la nuance più brillante.
Infine, i brillantini in crema sono pensati per essere applicati senza l’utilizzo di un primer. Possono essere picchiettati, con i polpastrelli o con un pennello, direttamente sugli occhi, o per conferire un tocco luminescente a un makeup dal finish matt.

Come ottenere un effetto long lasting

Può capitare che i glitter cadano nella zona del contorno occhi o che perdano il loro classico effetto perlato con il passare delle ore. Per evitare che questo accada gli esperti consigliano di utilizzare un fissante spray per bagnare l’applicatore oppure da applicare direttamente su tutto il viso. Un altro consiglio è quello di creare una base trucco nel caso di prodotti a base polverosa.
Infine, è possibile trovare in commercio un’apposita colla da utilizzare prima degli ombretti glitter per gli occhi. In questo modo, anche le particelle più grandi si fisseranno alla palpebra perfettamente, durando per lunghe ore.