HomeBellezzaIl correttore: quale colore scegliere e come applicarlo in base alle necessità

Il correttore: quale colore scegliere e come applicarlo in base alle necessità

Il correttore rappresenta uno dei maggiori alleati della bellezza di ogni ragazza, infatti, in pochi semplici passaggi è capace di nascondere totalmente o di minimizzare al massimo tutti i difetti che devono essere mascherati.
A tal proposito, questo piccolo “salvavita”, da strumento utile può trasformarsi in disastro a causa di errori durante la sua applicazione.

Per questo motivo vediamo alcuni preziosi suggerimenti per mettere il correttore nel modo migliore.

La scelta del colore corretto

Ancor prima di andare di fronte al proprio specchio e iniziare con la vera e propria fase di applicazione è fondamentale scegliere il correttore del colore più adatto.

Infatti, l’aspetto più importante è rappresentato proprio dall’individuazione del colore migliore, tenendo bene a mente che ognuno di questi risulta particolarmente adatto per risolvere una precisa problematica e che per questo potrebbero esserne necessari di diversi per ottenere il risultato desiderato.

Per cui, se si vuole evitare l’acquisto di molti prodotti singoli è possibile optare per delle palette di colori altrettanto comode e davvero complete di tutte le gradazioni necessarie.

Vediamo dunque qualche suggerimento nel caso in cui non si sappia da che parte cominciare:

  • Correttore lilla o viola: questo risulterà la scelta ideale nel caso in cui debbano essere coperte delle discromie o delle macchie tendenti al giallo e che potrebbero essere davvero evidenti nel caso in cui il tono della pelle fosse perlopiù olivastro.
  • Correttore verde: questo particolare correttore risulta particolarmente utile nel caso in cui si debba contrastare un qualsivoglia tipo di rossore, compresi dunque i capillari danneggiati o i piccoli e antiestetici brufoletti.
  • Correttore aranciato: il correttore aranciato è perfetto per correggere le occhiaie che tendono principalmente al bluastro, ma anche per nascondere piccoli lividi o ematomi piuttosto leggeri.
  • Correttore rosa: esso, più che andare effettivamente ad apportare una correzione, andrà a donare un certo grado di lucentezza alle aree da mettere in maggiore risalto. Inoltre, sarà la scelta giusta per andare a contrastare leggermente il pallore del proprio volto.
  • Correttore giallo: quest’ultimo, stando alla teoria dei colori complementari, contrasterà tutti quei colori tendenti al viola, per cui è possibile optare per un correttore giallo nel caso in cui debbano essere coperte delle occhiaie violacee.

Chiaramente, oltre alla colorazione è necessario valutare la texture più adatta alla propria pelle. Infatti, se questa è particolarmente secca è meglio scegliere una formula liquida.

L’applicazione del correttore nel momento migliore

Al fine di ottenere il risultato migliore è fondamentale comprendere bene in quale momento della propria routine di bellezza risulti opportuno utilizzare il correttore. Anche in questo caso infatti non esiste una risposta del tutto univoca, ma tutto dipende da quale colorazione si utilizza e da ciò che si desidera ottenere.

A tal proposito, se si è in possesso di un correttore viola o verde, questo potrà essere usato immediatamente dopo aver applicato una crema idratante o un primer. Tuttavia, sarà importante utilizzarlo prima di stendere il fondotinta che si occuperà di coprire e nascondere questi colori.

Diversamente, se non si hanno imperfezioni importanti o discromie da mascherare, ma si desidera solamente alleggerire un po’ le occhiaie tendenti al blu, è fondamentale applicare prima di tutto il fondotinta poiché potrebbe già essere sufficiente a nasconderle oppure a ridurle a tal punto da poter ricorrere a una dose davvero ridotta di correttore color pesca.