HomeBellezzaDieta Social: uno per tutti, tutti per uno

Dieta Social: uno per tutti, tutti per uno

La dieta social è un percorso di dieta condivisa con altre persone utilizzando i Social Network. In questo modo, tramite la condivisione su Instagram o TikTok, è possibile massimizzare i risultati e farsi forza l’uno con l’altro. Questo tipo di regime alimentare si basa sulle metodologie molecolari teorizzate da Pierluigi Rossi, medico specializzato in Scienze dell’alimentazione e Medicina Preventiva. È stata tuttavia la giornalista e presentatrice Rosanna Lambertucci a rendere popolare questa dieta e a pensare di utilizzare i social per spronare le persone a seguirla. Essendo stata pensata da un medico, questa alimentazione è perfettamente bilanciata e supportata da ricerche scientifiche.

Gli alimenti e ingredienti previsti sono tutti naturali e hanno degli effetti positivi sulla salute. Gli svantaggi sono quelli tipici di questo genere di diete, ovvero manca una personalizzazione in base alle esigenze individuali. Per questo motivo, non può essere seguita per lunghi periodi e non è adatta a chi soffre di specifiche patologie.

Dieta Social: la ricetta del successo

In soli cinque anni la Dieta Social ha fatto dimagrire circa trecentomila italiani. Il segreto di questo impressionante successo non solo risiede nell’effettiva efficacia di questo regime alimentare ma anche nella parola magica social. Postare su Facebook e Instagram il proprio percorso insieme agli altri compagni di sventura permette di condividere le difficoltà, i dubbi, gli sforzi e chiedere consigli o dare supporto agli altri. Infatti, solitamente la forza di volontà del gruppo è più salda di quella del singolo ed è proprio vero che l’unione fa la forza.

Se senti il bisogno di condividere anche tu il tuo percorso per dimezzare gli sforzi e avere più supporto, questa è di sicuro la dieta che fa per te. Inoltre, il sostegno non arriva soltanto dalle altre persone che seguono lo stesso regime alimentare ma anche da un nutrito team di esperti: chef, nutrizionisti, biologi, psicologi e mental coach. Questi professionisti guidano il gruppo e li aiutano a non lasciare la retta via per nessun motivo al mondo.

I principi della dieta

La dieta social si basa sull’alimentazione molecolare promossa dal dottor Pierluigi Rossi. Il principio alla base di questa dieta è quello di promuovere una corretta alimentazione e di incoraggiare un rapporto sano con il cibo. Per seguirla non serve altro che uno smartphone: scarica l’app e iscriviti al gruppo Facebook.

Il metodo molecolare prevede 4 giorni in cui vengono consumati pasti proteici, seguiti da un giorno con pasti glucidici. Il numero di pasti da fare al giorno è di cinque: colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena. Vediamo alcune consigli per ogni pasto:

Colazione

Chi rinuncia volentieri alla colazione dolce può prendere una tazza di tè verde o una tisana oppure orzo o caffè senza zucchero accompagnati da qualche fetta di bresaola o prosciutto crudo. In alternativa è possibile consumare un uovo alla coque o in camicia, oppure un po’ di ricotta. Tutte proteine nobili che si possono essere accompagnate da gallette di riso, di mais o di grano saraceno integrale. Senza mai dimenticare la frutta secca, perfetta con i suoi omega-3.

Chi non sopporta una colazione salata può consumare, oltre alla bevanda calda, un bicchiere di latte vegetale, uno yogurt bianco magro o un bicchiere di semifreddo latte scremato, più due fette biscottate integrali. In alternativa è possibile mangiare un paio di cucchiate di fiocchi d’avena.

Pranzo e cena

Le proteine che possono essere consumate sono tantissime: dal pesce alla carne, passando per legumi e uova. L’importante è seguire sempre questa regola: iniziare il pasto con delle verdure crude e finirlo con quelle cotte, privilegiando la stagionalità degli ingredienti. I formaggi possono essere consumati un solo giorno a settimana.

Giorno Glucidico

In questa giornata è preferibile consumare principalmente carboidrati: pasta, pane, cereali e legumi sono i benvenuti!

Spuntini

Per quanto riguarda i due spuntini giornalieri è preferibile consumare frutta e verdura in modo da assumere più vitamine possibili nell’arco della giornata.