HomeBellezzaDepilare la zona bikini, sì o no? Ecco i pro e i...

Depilare la zona bikini, sì o no? Ecco i pro e i contro

La zona bikini è, sicuramente, una delle più delicate del corpo e richiede particolari cautele durante la depilazione. Indipendentemente dal metodo prescelto, infatti, la pelle potrebbe irritarsi più del dovuto e presentare inestetismi ancora più sgradevoli dei peli superflui. Vediamo insieme, quindi, quali sono i vantaggi e gli svantaggi nel depilare quest’area tanto reattiva quanto problematica, insieme a qualche consiglio per mantenere la cute bella e sana.

Depilare la zona bikini, i pro

Quando viene fatto con criterio, eliminare la peluria dall’inguine permette di avere una pelle liscia e vellutata. Inoltre lascerà una sensazione di freschezza sulla cute, specialmente d’estate, quando lo sfregamento dei tessuti e il sudore portano alla comparsa di piccole vesciche e di cattivi odori. Altro punto a favore della depilazione nell’area bikini riguarda l’aspetto, in particolare un maggiore ordine davanti allo specchio e agli altri. Ti porterà a sentire meno disagio in spiaggia, soprattutto nel caso in cui avessi scelto un costume con slip particolarmente sgambato.

Depilare la zona bikini, i contro

Accanto ai vantaggi, troviamo anche degli svantaggi legati alla depilazione, specialmente quando le operazioni vengono gestite male o senza seguire delle scrupolose norme igieniche. Tra i problemi più comuni figurano le follicoliti, vale a dire delle infiammazioni a livello dei follicoli piliferi, spesso con arrossamento e formazione di pus. Altro inconveniente di frequente riscontro è la comparsa di micro-ferite e abrasioni, dovute a uno strappo violento (come nel caso della ceretta o dell’epilatore elettrico), a un taglio con la lama (in seguito all’uso del rasoio) o a sostanze aggressive a contatto con la cute (crema depilatoria). Da non dimenticare, poi, i peli incarniti e le irritazioni in seguito all’esposizione al sole, nonché eventuali alterazioni delle ghiandole inguinali.

Depilazione bikini, consigli per gestire al meglio le operazioni

Se hai deciso di togliere i peli da questa zona, ti invitiamo a seguire alcuni consigli per limitare rossori, irritazioni e altre problematiche. Ricorda, in particolare, di:

• depilare la zona quando è pulita e asciutta
• stendere la ceretta o la crema in direzione del pelo ed eliminarla contro-pelo
• non premere la pelle quando usi il rasoio manuale (e premettere la stesura di una schiuma)
• evitare l’impiego dell’epilatore elettrico
• togliere eventuali residui di cera con un detergente oleoso
• fare una doccia con acqua a temperatura corporea
• non saltare i trattamenti post-depilazione
• evitare l’esposizione al sole per almeno 12 ore (24 per un’epidermide particolarmente reattiva).

Non dimenticare, inoltre, di utilizzare spatole monouso e strisce in TNT (tessuto non tessuto), attrezzature e asciugamani perfettamente puliti, per ridurre al minimo ogni rischio di reazione cutanea.

Test di verifica per le allergie ai componenti: servono o no?

La risposta è sì, soprattutto nel caso in cui ti avvicini per la prima volta a un cosmetico per la depilazione dell’inguine. Ti servirà per evitare alla radice reazioni allergiche che, come saprai, possono avere esito fatale. Le istruzioni per le prove sono incluse nelle indicazioni in etichetta o sul foglietto illustrativo all’interno della confezione, ma in genere basta una piccola quantità di prodotto nell’incavo del ginocchio o del braccio. Poi occorre verificare come reagisce la parte a contatto diretto con le sostanze in esso contenute: se la pelle rimane intatta per 48 ore, puoi utilizzarlo tranquillamente. In caso contrario, t’invitiamo a consultare un dermatologo o il tuo medico di fiducia per trovare l’alternativa più adatta alle tue esigenze.