HomeBellezzaCome schiarire i capelli in modo naturale senza danneggiarli

Come schiarire i capelli in modo naturale senza danneggiarli

Schiarire i capelli in modo naturale, senza ricorrere all’utilizzo di prodotti chimici e dannosi, è possibile. Per farlo basta semplicemente rovistare nella propria dispensa e preparare delle ricette molto semplici. Nei prossimi paragrafi vedremo più da vicino quali ingredienti utilizzare, senza bisogno di dover andare dal parrucchiere.

Schiarire i capelli con il limone: ritorno agli anni Settanta

Durante gli anni Settanta, il limone era uno degli ingredienti più utilizzati per schiarire i capelli. Tuttavia, essendo un frutto notevolmente acido, è importante non utilizzarlo direttamente sui capelli – altrimenti li seccherebbe -, bensì diluito nell’acqua. Per ottimizzare i risultati, portare a ebollizione sia il succo che la buccia del limone e, una volta raggiunta la temperatura ambiente, vaporizzare su tutta la chioma oppure sulle ciocche che si desidera schiarire.

Perché scegliere la birra per schiarire i capelli

La birra è un prodotto che apporta diversi benefici alla chioma. Oltre a renderla più chiara, la nutre; proprio in virtù di queste sue caratteristiche, la birra è un ingrediente particolarmente diffuso anche per la cura della pelle.
Prima di applicarla sui capelli, è importante lasciarla all’aria aperta, in modo tale che perda il gas: in questo modo il suo effetto schiarente sarà maggiore.

Come schiarire i capelli con la camomilla

Utilizzare la camomilla come schiarente è uno dei segreti più antichi di sempre. Questo fiore, infatti, all’interno dei petali contiene l’apigenina, ossia un pigmento che dà alla chioma un effetto dorato.
Per ottenere un risultato migliore, la camomilla deve essere diluita nell’acqua, possibilmente a temperatura ambiente. Una volta preparato il composto, va lasciato in posa sui capelli umidi. Oltre a renderla più chiara, la camomilla donerà alla chioma un aspetto morbido e lucente.

Bicarbonato di sodio sui capelli: ecco i risultati

Il bicarbonato di sodio viene utilizzato principalmente per il suo effetto sbiancante; allo stesso modo, può essere impiegato per schiarire i capelli in maniera naturale. Tuttavia, è importante tenere a mente che si tratta sempre di un prodotto aggressivo, di conseguenza per proteggere i capelli è necessario diluirlo in acqua tiepida.
Chi desidera ottenere una schiaritura più netta, può utilizzare un pennellino e carta stagnola e applicare il composto su tutte le lunghezze; per accelerare il processo, passare il phon sui capelli durante la posa.

Come schiarire i capelli sfibrati senza danneggiarli ulteriormente

Un’alimentazione scorretta, stress, inquinamento e prodotti chimici aggressivi, con il passare del tempo possono sfibrare i capelli; in questo caso, se si continua a utilizzare una certa tipologia di cosmetici si rischia di creare danni irreparabili. Nonostante ciò, anche chi ha i capelli sfibrati può schiarirli. In quale modo? Utilizzando l’aceto. Applicare impacchi di aceto sulla chioma, permette di rigenerare il capello rinforzandolo ed eliminando l’effetto secco.
Tuttavia, si tratta di un rimedio della nonna che non è adatto per coloro che hanno i capelli fini, perché l’aceto, essendo un liquido particolarmente acido, potrebbe indebolire un capello già fragile per natura.
Un aspetto importante da sottolineare è che l’aceto è un prodotto che permette di ottenere maggiori risultati a chi ha i capelli già chiari; difatti è sconsigliato a chi li ha castani, perché potrebbe dare loro un tono tendente all’arancione; su un capello biondo, invece, dà più calore.

In conclusione, abbiamo visto che avere delle schiariture naturali senza l’utilizzo di prodotti cosmetici aggressivi (e spendendo poco), è possibile.