HomeBellezzaCome realizzare una capigliatura mossa senza utilizzare piastra e ferro

Come realizzare una capigliatura mossa senza utilizzare piastra e ferro

Avere i capelli sempre in ordine è l’obiettivo di tutte le donne, soprattutto coloro che amano sfoggiare lunghe chiome. Alcune tipologie di capelli, però, sono difficilmente gestibili per loro natura e per questo si fa ricorso a piastre e ferri per sistemarli. Tuttavia, è possibile sistemare i capelli senza ricorrere al calore, come, ad esempio, quando si vogliono realizzare delle onde. Per ottenere delle onde naturali senza utilizzare il calore, basta un po’ di ingegno e pazienza e il risultato è assicurato. Ecco alcuni consigli.

Capelli mossi usando mousse e prodotti salini

Le onde morbide, o beach waves, sono un must dell’estate. È possibile realizzarle impiegando delle mousse specifiche per onde, ma si può utilizzare anche uno spray salino.
Per eseguirle nel modo giusto, bisogna prima procedere al lavaggio dei capelli, evitando di applicare il balsamo per non appesantirli; successivamente, a testa in giù, pettinare i capelli e applicare il prodotto scelto. Ricordiamo che esistono anche delle schiume per i capelli sottili che conferiscono spessore.

Le trecce

La tecnica più efficace e sicura per avere onde belle e durature è proprio questa: dormire con le trecce. Si tratta di un trucco che si tramanda da generazioni; basta semplicemente realizzarle e andare a dormire. Il risultato migliore si ottiene inumidendo i capelli prima di creare la piega e il numero delle trecce da fare è a vostra scelta: più sono e più le onde risulteranno fitte e definite.

Capelli mossi utilizzando una fascia

La fascia che si utilizza per contenere i capelli durante i trattamenti di bellezza è molto utile anche per realizzare delle onde. Prima di andare a letto, occorrerà dividere i capelli in tante ciocche e arrotolarle tutte intorno alla fascia. Al mattino, utilizzando della cera modellante, basterà lavorare i capelli con le dita per metterle in piega correttamente.

Beccucci d’oca

Si tratta di una tecnica un po’ lunga e dal risultato più selvaggio. Dopo aver lavato i capelli e assorbito tutta l’umidità in eccesso, occorre dividere i capelli in ciocche e arrotolarle una a una: partendo dalle punte occorrerà avvolgerle su se stesse fino alla radice e fissarle alla testa. Dopo aver sistemato tutti i capelli, occorrerà asciugarli con il diffusore, ma in questo caso, il consiglio è quello di lasciarli asciugare naturalmente al sole. Infine, togliere i beccucci e districare delicatamente i capelli con le mani.

Onde con i torchon

A testa in giù, quando i capelli sono ancora umidi e dopo aver applicato una schiuma modellante, dividerli in ciocche da attorcigliare con le dita e poi fissarle sulla testa con delle forcine. A questo punto, lasciarli asciugare all’aria e il risultato sarà eccezionale.

Ottenere le onde utilizzando un calzino

Per questa tecnica serve un classico gambaletto in nylon o cotone. Basterà eliminare la punta del calzino e infilarci i capelli, dopo averli raccolti in una coda alta. A questo punto, è necessario arrotolare il calzino su se stesso, come a voler realizzare uno chignon, fissarlo con dei beccucci o forcine e lasciarlo asciugare. Si consiglia di effettuare questa procedura prima di andare a dormire, lasciando i capelli in posa per tutta la notte per ottenere un risultato migliore.

Onde con i bigodini

Un classico dei ricci e delle onde sono i bigodini. Di diversa misura in base al risultato che si vuole ottenere, questi tubi consentono di raccogliere tutti i capelli e di lasciarli in posa fino a totale asciugatura. Se non si hanno a disposizione dei bigodini, è possibile realizzare una struttura tubolare anche con della semplice carta stagnola per arrotolarci intorno i capelli.