HomeBellezzaCome prendersi cura dei denti per avere una bocca in salute, sana...

Come prendersi cura dei denti per avere una bocca in salute, sana e un sorriso smagliante

Avere una dentatura sana è fondamentale sia per la nostra salute sia per le nostre relazioni sociali: infatti, i controlli periodici dal dentista e il lavaggio quotidiano corretto, permettono di avere denti sempre bianchi, un alito fresco e meno possibilità di sviluppare infiammazioni gengivali sgradevoli e dolorose, causate magari da un’alimentazione non bilanciata o ricca di zuccheri.

Come prendersi cura dei denti?
Occorre seguire delle regole di pulizia e utilizzare i giusti prodotti per mantenere perfetta la propria igiene orale.

Come scegliere il dentifricio

Il dentifricio è uno degli elementi più utili ed essenziali per la pulizia dentale. Il consiglio primario è quello di chiedere al proprio dentista di fiducia il tipo di dentifricio più consono in base allo stato del proprio cavo orale. Ogni bocca e dentatura sono diverse, perciò vengono vendute molteplici tipologie di dentifricio: le comuni paste contengono fluoro, una sostanza che aiuta a impedire la formazione di carie sui denti, uno dei nemici più temuti e fastidiosi per l’igiene orale.

Inoltre, un buon dentifricio ha al suo interno la clorexidina, un elemento in grado di difendere dai batteri che potrebbero causare infezioni e, infine, il perossido di calcio, un altro composto che protegge lo smalto dentale.
Esistono anche prodotti che svolgono un’azione preventiva contro la formazione del tartaro.
Per chi, invece, è soggetto ad avere molte placche in bocca, ci sono dei dentifrici anti-placca molto efficaci per prevenire il disturbo e avere una maggiore cura dei denti.

Come utilizzare filo interdentale e collutorio

Altri due strumenti utili per prendersi cura dei denti sono il filo interdentale e il collutorio.
Il primo consiste in un filo di nylon adatto per togliere i resti del cibo tra la dentatura e le gengive, che andrebbe utilizzato prima di lavarsi i denti con lo spazzolino.

Un altro prodotto molto pratico e non sempre utilizzato per ultimare la cura dei denti è il collutorio: dopo aver accuratamente usato il filo interdentale, spazzolato i denti con il giusto dentifricio e uno spazzolino con le setole adeguate, il consiglio è di sciacquare la bocca per un minuto con una piccola quantità di collutorio, il quale ha soprattutto una funzione igienizzante e antibatterica.

Come spazzolare i denti

Per prendersi cura dei denti nel modo migliore, occorre prestare attenzione anche a come si spazzolano.
I dentisti consigliano di pulire i denti strofinando lo spazzolino non in senso orizzontale, ma sempre verticale, dall’alto verso il basso per l’arcata superiore, dal basso verso l’alto per quella inferiore. Inoltre, occorre spazzolare la dentatura con una inclinazione di 45°, per rimuovere i residui di cibo in prossimità dell’attaccatura gengivale. Infine, per non lesionare le gengive, bisogna strofinare delicatamente lo spazzolino in bocca, senza forzare.

I denti andrebbero lavati tre volte al giorno, perciò dopo i tre pasti principali, ossia la colazione, il pranzo e la cena, dedicando almeno un paio di minuti per volta.

Quante volte andare dal dentista?

I controlli periodici dal dentista sono molto importanti per avere la situazione sotto controllo e prendersi cura dei denti in modo consapevole.

Il consiglio è di andare a fare la pulizia dentale ogni sei mesi in casi specifici, oppure una volta all’anno se non si hanno particolari problemi, in base alla propria condizione e necessità. Grazie a questa attenzione costante, sarà possibile avere una bocca sana e denti in buona salute.