HomeBellezzaCome mantenere i capelli morbidi e setosi con l'uso costante del phon...

Come mantenere i capelli morbidi e setosi con l’uso costante del phon e della piastra

Il phon e la piastra sono accessori spesso indispensabili per ottenere la piega che si desidera e avere sempre un hair style impeccabile in ogni momento della giornata.
Tuttavia, utilizzando il calore e non prendendo gli accorgimenti giusti, il fusto tende a rovinarsi irrimediabilmente, alterando la sua composizione e il colore.
Si verifica, infatti, un fenomeno chiamato bubble hair, che genera delle bolle a base di gas che intervengono sulla struttura del capello e non le permettono più di essere quella originaria.
Per evitare quindi che le lunghezze appaiano spente, aride e prive di corpo, puoi prevenire il fenomeno servendoti di semplici espedienti da mettere sempre in pratica.

– Utilizza un siero protettivo prima di asciugare la chioma

Quando è ancora umido, il capello è ancora più fragile e pertanto necessita di essere protetto con un siero apposito per evitare che il calore possa alterare i suoi legami.
Utilizza un prodotto di alta qualità, che sappia creare uno schermo protettivo efficace, in modo da ottenere la piega perfetta senza seccare o inaridire il fusto.
Esistono soluzioni che si possono usare anche sui capelli asciutti, in modo da poter fare anche ritocchi all’acconciatura dell’ultimo minuto senza correre alcun rischio.

– Tieni sempre la fonte di calore alla giusta distanza

Se utilizzi spesso il phon per realizzare la tua piega liscia o mossa, allora il suggerimento è di non attaccarlo eccessivamente alle ciocche, ma di mantenerlo qualche centimetro più distante, così da non inaridire troppo la zona e spegnere il colore.
Il rischio è infatti quello che il capello si spacchi e si generino delle doppie punte che poi è necessario tagliare perché irreparabili.
Inoltre, se usi la piastra, fai attenzione a passarla con molta velocità e non insistere troppo sulla stessa ciocca, cercando di mantenere una temperatura che non superi i 200 gradi.

– Attenzione al sole e ai suoi raggi

Le fonti di calore che vanno a danneggiare il capello non sono solo quelle del phon e della piastra, ma anche i raggi solari possono rovinarli in profondità.
Pertanto, se tendi ad esporti al sole nelle ore più calde, non dimenticare di proteggere la chioma con un siero apposito, in modo che i raggi UV non alterino la struttura del capello e soprattutto non vadano a compromettere il colore.
Capita infatti spesso, alla fine dell’estate, di ritrovarsi con una testa molto secca e arida, quando invece si poteva proteggerla al meglio dal calore e dalla salsedine per avere delle lunghezze sane e forti con l’avvento dell’autunno.

– Quando possibile lascia asciugare i capelli al vento

Soprattutto nei mesi estivi, è possibile evitare di ricorrere al phon e lasciare asciugare naturalmente la chioma.
Se temi che la piega non venga impeccabile come sempre, sappi che le beach waves sono di gran moda e possono essere ottenute non solo con la piastra apposita, ma anche legando le lunghezze in trecce morbide laterali, così che una volta sciolte si crei un mosso romantico e molto definito.
Potrai, infatti, applicare un prodotto che elimina il crespo e fare in modo che l’asciugatura all’aria aperta di regali una piega ben fatta.
Se vuoi mantenere la chioma liscia, potrai arrotolarla in uno chignon, così che le lunghezze si stirino senza dover ricorrere al calore della piastra.
Infine, una coda alta può schiacciare il gonfiore alla radice, senza imprigionare il capello che si asciugherà in maniera fluida e voluminosa, per un effetto naturale molto interessante.