HomeBellezzaBeauty tool: gli accessori tecnologici e non per la cura del viso...

Beauty tool: gli accessori tecnologici e non per la cura del viso e della sua pelle

Per ringiovanire il viso, ecco che la tecnologia viene in aiuto proponendoti i cosiddetti beauty tools, ovvero degli strumenti tecnologici e non per assicurarti una pelle distesa, elastica e in buona salute.
Oltre ai classici rimedi naturali (prodotti e massaggi), spazzole esfolianti, massaggiatori automatici, aspiratori di punti neri sono solo alcuni dei vari device che possono favorire un volto sano e pulito, migliorando la texture della tua pelle.

Beauty tools con apparecchi tecnologici

Esistono oggetti in grado di sviluppare massaggi che favoriscono il benessere del viso. Ci sono, ad esempio, le spazzole vibranti che funzionano a batteria e, grazie alle setole in morbido silicone, donano tono alla pelle e struttura alla muscolatura del volto. Il movimento delicato a impulsi apre i pori epidermici e agevola la rimozione delle cellule morte, del sebo e delle impurità dovute al trucco o allo smog.
Le spazzole elettriche possono essere anche con setole in fibra (ad esempio in crine di cavallo o in materiali naturali): il loro movimento rotatorio funziona come uno scrub per la pelle del viso, restituendo luminosità senza lasciare irritazione.

Un beauty tool tecnologico destinato soprattutto alle ragazze più giovani è l’aspiratore di punti neri con la possibilità di sostituire le diverse testine adattabili alle zone del volto da trattare, con una specifica attenzione alla cosiddetta T sopra il naso. L’attrezzo rimuove anche l’acne e ripulisce il viso dal sebo in eccesso.
Una tecnologia innovativa e attuale è quella che prevede l’uso degli ultrasuoni, presenti in alcuni dei più recenti strumenti di bellezza viso. Questi non solo riescono a stimolare il ricambio cellulare, ma agevolano anche l’assorbimento delle sostanze nutritive della pelle, caratteristica dei principali cosmetici per la cura del viso. Grazie agli ultrasuoni si ottiene un bellissimo effetto lifting temporaneo ma molto utile, che rende più luminosa la pelle nel lungo periodo.
Ci sono poi altri strumenti esfolianti e massaggianti che funzionano con batterie ricaricabili o a corrente elettrica.

Beauty tool con strumenti non tecnologici

La tecnologia è utile, ma non è tutto, specialmente nel settore beauty tool. Infatti, non mancano le possibilità di scolpire il viso con massaggi manuali effettuati da professionisti con tecniche specifiche, ma è possibile anche agire in autonomia con degli automassaggi quotidiani, come ad esempio quelli tipici della riflessologia facciale. Questa pratica, oltre a favorire il benessere generale, aiuta la muscolatura del volto femminile a essere più tonica, contribuendo a mantenere la pelle elastica e più distesa.

Gli stessi strumenti che sono disponibili nel beauty tool tecnologico, possono essere utili anche per le attenzioni manuali della pelle del viso, sostituendo le pulsazioni elettriche con il movimento meccanico della mano. Il vantaggio è che in questo caso è possibile soffermarsi su una zona specifica, variando l’intensità della pressione. Spazzole esfolianti, massaggiatori comodi, ergonomici e pratici che stanno comodamente nel palmo, sono degli alleati importanti specialmente alla sera, quando ci si strucca e la pelle è stanca. Le impurità, la pesantezza dello smog e dell’inquinamento tendono a far perdere di tono la pelle, offrendo un colore spento. Agire con appositi strumenti non necessariamente elettrici, aiuta a ripulire l’epidermide e a prepararla per l’indomani.
Perseguendo una filosofia eco beauty è possibile avere un diverso approccio con il proprio viso, attraverso l’uso di accessori privi di elettricità e di particolari tecnologie, a partire, ad esempio, dai pannetti double face: una per detergere e l’altra più ruvida per esfoliare.