HomeAlimentazioneL'importanza della colazione al mattino per affrontare al meglio la giornata: saltarla...

L’importanza della colazione al mattino per affrontare al meglio la giornata: saltarla crea problemi all’organismo

L’importanza della colazione è riconosciuta in qualsiasi regime alimentare, anche durante una dieta. Sono proprio i nutrizionisti a consigliare una colazione sana, completa e preparata con il giusto tempo. Dunque, niente caffè al volo in piedi mentre si sta uscendo di casa.
Al contrario, è caldamente suggerito dedicare particolare attenzione a quello che è, a tutti gli effetti, il primo pasto della giornata e che dovrebbe fornire tra il 20% e il 30% del fabbisogno nutrizionale giornaliero.

Perché la colazione è importante?

La colazione mattutina è fondamentale perché aiuta a mettere in moto “la macchina” del corpo umano. Proprio come un veicolo necessita della benzina per accendersi e viaggiare, anche il tuo organismo richiede il suo carburante e la colazione dovrebbe rappresentare quello migliore per poter iniziare la giornata.
Fare colazione significa preparare con cura gli alimenti necessari per poter assimilare le prime sostanze del giorno in modo equilibrato, in modo da non avere troppe carenze durante le ore successive.
L’apporto di vitamine, sali minerali, proteine, lipidi e carboidrati deve essere bilanciato e, per questo, al mattino sarebbe utile alimentarsi con cibi che prevedano tali elementi.
Anche durante un periodo di regime alimentare controllato, la colazione deve rappresentare un punto fermo per attivare il metabolismo. Saltare la colazione potrebbe significare l’insuccesso di una dieta, sprecando tutte le fatiche e i sacrifici fatti nei giorni precedenti.
La colazione, infatti, aiuta a regolare il proprio corpo in merito alle calorie da assumere durante il giorno, agevola il mantenimento del peso forma e favorisce il rendimento psico fisico nelle attività.

Colazione dolce o salata?

In altri Paesi è usanza consumare una colazione mista, con elementi dolci e altri salati: si spazia dalle uova col bacon alle fette di formaggio, dal french toast allo yogurt con muesli, dalla macedonia di frutta al caffè, senza dimenticare biscotti, crostate o brioches. C’è solo l’imbarazzo della scelta.
In Italia la tradizione è un po’ diversa e prevede solitamente caffè, tè o latte, biscotti, magari una brioches con cappuccino e una spremuta.
In realtà, alla solita colazione consumata nel nostro Paese, si dovrebbero aggiungere degli “ingredienti”, come una spremuta d’arancia, della frutta e dello yogurt, senza disdegnare un centrifugato e della frutta secca. Il toast potrebbe essere una buona alternativa per dare quel tocco di salato, utile per fornire carboidrati e grassi in giusta quantità.
L’ideale, quindi, sarebbe fare colazione sia con alimenti dolci sia con quelli salati, al fine di trovare un corretto equilibrio.

Cosa scegliere per una corretta colazione

Una colazione capace di fornire il giusto sprint deve essere completa e in grado di rilasciare almeno 1/5 dell’apporto calorico giornaliero richiesto.

  • Liquidi: assumere tè, caffè, latte, spremuta è importante per l’idratazione del corpo e per fornire sostanze quali vitamine (nella spremuta) e proteine (nel latte).
  • Carboidrati e zuccheri: brioches, biscotti, fette biscottate, toast, torte, sono tutti alimenti consigliati per avere a disposizione energia da consumare subito, specialmente se ti attende una giornata intensa.
  • Yogurt: è un derivato del latte, ma sa offrire elementi nutrizionali importanti e diversi, come vitamine e sali minerali che non sempre si trovano in altri alimenti. Inoltre influisce positivamente sulla funzionalità intestinale.
  • Frutta fresca e secca: nocciole, noci e mandorle forniscono grassi buoni e contrastano la formazione del colesterolo. Contengono sali minerali e rappresentano un’importante fonte di energia. Anche la frutta fresca dovrebbe essere presenza fissa in tavola per la prima colazione.