HomeAlimentazioneLa salutare tendenza contemporanea di mangiare salmone

La salutare tendenza contemporanea di mangiare salmone

Pesce più conosciuto e allevato al mondo, il salmone ha proprietà nutrizionali e organolettiche eccellenti. Ricco di omega 3, gli acidi grassi che fanno bene alla circolazione sanguigna, se consumato regolarmente, apporta all’organismo parecchi benefici. Scopriamo perché mangiare salmone non è soltanto trendy ma è anche salutare.

Salmone, pesce trendy e salutare

A partire dalle pagine social di star e influencer, il mondo del web pullula di ricette il cui ingrediente principale è il salmone. Il motivo non è soltanto riferito a scelte di immagine, quanto a ragioni nutrizionali e stimoli verso consumi alimentari più consapevoli.

Non sono soltanto i nutrizionisti, quindi, a consigliare l’uso del salmone in cucina ma anche le persone che oggi fanno tendenza, maggiormente informate delle importanti potenzialità di questo alimento.

Grazie alle sue proprietà nutrizionali e organolettiche, è tra i pesci più pregiati al mondo, ricco di Omega 3, vitamine, proteine e minerali. Portare il salmone a tavola apporta elevati benefici, soprattutto per la circolazione del sangue, per prevenire dell’arteriosclerosi e per contrastare il colesterolo.

Alla scoperta dei benefici del consumo di salmone

Consumare salmone fresco con frequenza, corrisponde ad assicurarsi un’ottima scorta di benefici per la propria salute. Essendo una delle principali fonti di Omega 3, apporta in buona quantità gli acidi grassi essenziali, meglio conosciuti come polinsaturi, di vitamine del gruppo B, di sali minerali, tra cui fosforo e selenio e di proteine. Buona anche la presenza di Vitamina D, essenziale per combattere la fragilità ossea e l’osteoporosi.

Da evidenziare che i benefici degli Omega 3 sono maggiormente presenti nel salmone fresco rispetto a quello affumicato.

Di seguito i sei principali benefici dati dal consumo di salmone.

Salute cardiovascolare – Per merito degli Omega 3, il salmone apporta benessere al cuore. Il consumo adeguato di questi acidi grassi buoni riduce i rischi di infarto, di malattie cardiovascolari, di ictus, trombosi e aritmie.

Proprietà antinfiammatorie – Sempre gli Omega 3 controllano i processi infiammatori del corpo, riuscendo a contrastare l’insorgere di alcune forme di demenza e l’arteriosclerosi.

Protezione dai tumori – Gli acidi contenuti nel salmone sono utili per prevenire l’evolversi di alcune forme di cancro, tra cui quello alla prostata, al seno e al colon.

Miglioramento della vista – Consumare salmone almeno un paio di volte alla settimana, fa bene agli occhi in quanto è ricco di dha, l’acido grasso indispensabile per il benessere della vista.

Bellezza della pelle – Grazie alla presenza di selenio, il salmone contribuisce a rendere la pelle morbida e levigata. Aiuta anche a mantenere l’epidermide idratata, impedendo che si secchi.

Miglioramento del sonno – Nel salmone c’è il giusto mix di Vitamina B6 e di triptofano, una sostanza sedante, per cui il suo consumo favorisce la produzione di melatonina ed è utile per combattere l’insonnia.

Come consumare il salmone

Estremamente versatile, il salmone può essere consumato in svariati modi, prestandosi a diversi metodi cottura. Grigliato, cotto in padella, al forno, affumicato, in molti lo preferiscono anche crudo, sopratutto nel sushi.

Qualche idea semplice per portare il salmone in tavola? Mescolato alla polpa di avocado, si ottiene una crema morbida, da accompagnare a tartine e sandwiches. Grigliato e tagliato a listarelle, è ottimo in fresche e ricche insalate estive. Cotto in padella con un filo di olio, prezzemolo e limone può essere servito con un contorno di rucola. Al forno, con patate sottili, capperi e olive, diventa un secondo piatto gustoso e completo.