HomeAlimentazioneLa memoria passa anche dalla bocca: i cibi migliori per la nostra...

La memoria passa anche dalla bocca: i cibi migliori per la nostra mente

Capita a tutti, di tanto in tanto, di dimenticare una parola, un nome, un titolo. La memoria è un aspetto fondamentale della nostra vita, perché fa sì che le informazioni importanti che immagazziniamo non vengano perse, ma restino latenti pronte per essere riutilizzate all’occorrenza. Siamo abituati ad allenare la nostra mente con lo studio, negli anni della scuola e dell’università: mappe concettuali, schemi, riassunti, sono tutti metodi molto efficaci per memorizzare, anche se il loro effetto solitamente è temporaneo. Ma la mente non si allena solo sui libri oppure con qualche app mobile: la memoria passa anche dalla tavola.
Esistono, infatti, dei cibi che possono aiutare a migliorarla, rafforzando la capacità percettiva e prevenendo malattie che la limitano. Memoria vuol dire anche ricordi, ecco perché è importante preservarla. Scopriamo insieme come fare attraverso una dieta sana ed equilibrata.

Le sostanza che aiutano la mente e la memoria

Molti studi scientifici hanno dimostrato come il cibo può aiutare la memoria, contrastando la comparsa di malattie degenerative come l’Alzheimer. Il CNR, Centro Nazionale di Ricerca, ha pubblicato un report in cui sono indicate le sostanze che in buona parte favoriscono la conservazione della memoria.

La Colina

È una delle sostanze fondamentali per il nostro cervello. Si tratta di un coenzima essenziale per preservare la struttura cellulare del cervello e le funzionalità del sistema nervoso. Inoltre, ha proprietà antiossidanti, cardioprotettive e neuroprotettive e può essere assunta unicamente tramite cibo.

I Flavonoidi

Si tratta dei composti che fanno parte del gruppo di Vitamine P e sono più di cinquemila. Il loro potere antiossidante garantisce il corretto funzionamento capillare, proteggono il fegato e rafforzano il sistema immunitario. Ma il vero plus è la loro capacità di contrastare i radicali liberi ed è per questo che rientrano nei gruppi di sostanze che fanno bene alla memoria e combattono lo sviluppo di malattie neurodegenerative.

Omega 3 e Omega 6

Ricchi di proprietà benefiche, questi grassi polinsaturi fanno bene anche alla salute del cervello e della nostra memoria. Anche in questo caso, come per la Colina, si tratta di sostanze essenziali che il nostro organismo non può sintetizzare e, di conseguenza, possono essere assunte solo tramite il cibo. Il cervello umano è formato per il 60% circa proprio da grassi strutturali, tra cui l’Omega 3 e 6 per favorire il corretto funzionamento della membrana cellulare, oltre al passaggio delle sostanze nutritive attraverso la membrana, eliminando tutte le scorie.

La Vitamina E

È uno degli antiossidanti fondamentali e non può mancare nella dieta per rafforzare mente e memoria. Il suo ruolo è quello di proteggere i tessuti cellulari dal deterioramento e dalle azioni danno dei radicali liberi.

Caffeina e Teina

Anche queste sostanze, in particolare la caffeina, se assunte in quantità limitate e corrette, possono aiutare la memoria e l’efficienza generale della mente, come concentrazione e riflessi.

I cibi che migliorano la memoria e aiutano il cervello

Abbiamo visto quali sono le sostanze principali che servono al nostro cervello per mantenersi in salute e attivo, preservando la memoria e la capacità di concentrazione. Adesso vediamo quali cibi le contengono.

La frutta secca: un toccasana per la mente

Ebbene sì, la frutta secca apporta reali benefici alla mente: oltre a una buona quantità di proteine, è ricca di acidi grassi come Omega 3 e Omega 6, Vitamina E e Vitamina B.
Le noci, ad esempio, sono ricchissime di queste sostanze e, in aggiunta, aiutano anche a regolare la serotonina prodotta dal nostro cervello, ossia l’ormone che regola l’umore e di conseguenza, anche l’appetito.

Cavoli, broccoli e spinaci

Queste verdure sono un vero e proprio mix di vitamine essenziali, acido folico e sali minerali, che aiutano a proteggere i tessuti del cervello e contrastano attività anomale e l’insorgere di patologie degenerative della mente.

Pomodori e mirtilli

Questi frutti sono ricchissimi di antiossidanti e il loro ruolo è quello di combattere i radicali liberi dell’organismo. I mirtilli, in particolare, contengono ingenti quantità di Vitamina C e Vitamina E, che aiutano la memoria e il benessere cervicale in generale.

Cioccolato fondente

Il cacao è una delle fonti di cibo più ricche di flavonoidi in assoluto, favorendo un miglioramento dell’attività mnemonica e cervicale.

Il merluzzo

Naturalmente, non possiamo dimenticare il pesce, ricchissimo di Omega 3 e Omega 6. Il merluzzo in particolare, contiene anche grandi quantità di colina, il che lo rende un cibo perfetto per aiutare la nostra memoria e rafforzarsi nel tempo.