HomeAlimentazioneIl pane è ammesso in una dieta ipocalorica per perdere peso?

Il pane è ammesso in una dieta ipocalorica per perdere peso?

Il pane e la pasta sono tra i cibi maggiormente amati dagli italiani e occupano le tavole pranzo e cena per un pieno di carboidrati.
Se si vuole seguire una dieta ipocalorica, purtroppo è necessario limitarne il consumo ma è errato toglierli del tutto dall’alimentazione, poiché il loro apporto è essenziale per avere i giusti livelli di energia e per poter svolgere le attività quotidiane senza avvertire la spossatezza.
Mangiare pane è possibile, l’essenziale è seguire questi piccoli accorgimenti per limitare l’apporto di calorie e poter mantenere un fisico asciutto.

Mangia il pane sono fino alle 17.00

Una regola non scritta della sana alimentazione, prevede che il consumo di carboidrati sia limitato esclusivamente alle prime ore della giornata, con una deroga nel primo pomeriggio senza però eccedere il limite delle 17.00.
Questo perché il corpo fatica maggiormente ad assimilare i principi la sera e il metabolismo è molto più pronto e scattante nelle prime ore della mattina.
Concediti quindi una fetta di pane preferibilmente a pranzo che a cena, piuttosto che un piatto di pasta condita in maniera semplice e sempre con un ridotto numero di grassi.

Scegli farine poco raffinate o pane integrale

Se hai bisogno di perdere peso ma non vuoi rinunciare al pane in tavola, prediligi delle farine di tipo integrale che apportano un numero minore di calorie e risultano maggiormente digeribili.
Opta per varianti che tendono a gonfiare meno la pancia, come il pane di segale o di ceci.
Esistono in commercio varianti anche particolari e aromatizzate con ingredienti naturali, come il pomodoro e la curcuma, che soddisfano dal punto di vista del sapore ma risultano ugualmente leggeri e delicati.

Se mangi il pane rinuncia alla pasta

Purtroppo non è possibile fare il pieno di calorie nella stessa giornata e non risentirne in termini di gonfiore e pesantezza.
Pertanto, se hai deciso di concederti una fetta di pane con il tuo secondo a pranzo, evita di aggiungere anche un piatto di pasta e rimanda al giorno seguente un primo di questo genere, optando magari la sera per il riso o per il farro.
Il segreto è autobilanciarsi, per permettere al metabolismo di poter compiere il proprio lavoro senza andare in sovraccarico.

Consuma del pane bianco prima dell’allenamento

Se vuoi concederti uno snack ricco di energia prima dell’attività sportiva, un panino di piccole dimensioni con il tacchino potrebbe rivelarsi la soluzione povera di calorie ma allo stesso tempo sfiziosa e funzionale.
Impossibile, infatti, levare del tutto i carboidrati dalla dieta se non si vuole soffrire di cali di pressione o di stanchezza, in quanto sono elementi essenziali per il sostegno.
Evita, però, farine raffinate prima dello sport, per fare in modo che lo stomaco si gonfi e il fisico risulti eccessivamente pesante.

Perché consumare pane e carboidrati nella dieta?

Diversi sono i motivi che portano alla necessità di consumare pane e pasta settimanalmente.
Il primo è il bisogno di energia, che viene immagazzinata e permette di svolgere le azioni quotidiane.
Il secondo è la possibilità di apportare al fisico tutti i nutrimenti di cui ha esigenza, in quanto alcune statistiche hanno dimostrato che il consumo di pane per alcuni permette una vita più lunga e sana.
Inoltre, rilascia un notevole senso di sazietà, così che si possano evitare gli snack fuoripasto e si proceda con solo due pasti completi e diverse merende più salutari.
infine, i tuoi livelli di serotonina saranno più alti e costanti, donandoti uno spirito più sereno e tranquillo e migliorando l’umore e il senso di appagamento personale.