HomeAlimentazioneGodere di spuntini spezza-fame sani e salutari

Godere di spuntini spezza-fame sani e salutari

Perfetti alleati per arrivare ai pasti principali con minore appetito, gli spuntini spezza-fame aiutano nella dieta alimentare. Indispensabili per chi desidera perdere peso oppure mantenersi in forma, consentono di fermare la fame insaziabile, contrastando le enormi abbuffate.

Entriamo nel mondo degli spuntini e scopriamo quali sono quelli più salutari.

Quel piacevole senso di sazietà dello spuntino spezza-fame

Tra i principali consigli dei nutrizionisti c’è quello di rispettare la regola dei cinque pasti quotidiani, senza saltarne nessuno. Tale principio vale per tutti, sia per mantenere il buona salute l’organismo sia nelle le diete alimentari volte alla perdita di peso.

Il motivo è presto spiegato: mangiare poco e spesso è il punto cardine per non arrivare ai due pasti principali della giornata con una fame da lupo, tale da mangiare senza limiti.

Quindi, a partire dalla prima colazione, tra il pranzo e la cena, è altamente raccomandato, ricorrere a piccoli spuntini spezza-fame, capaci di mitigare l’appetito e, nello stesso tempo, dare una mano al metabolismo.

Quali sono i più salutari spuntini spezza-fame

In cima agli alimenti raccomandati dai nutrizionisti come protagonisti dello spuntino spezza-fame ci sono verdura e frutta, grazie alla loro composizione. Oltre ad apportare poche calorie, sono composti principalmente da acqua, contengono fibre, vitamine, sali minerali e zuccheri semplici.

Via libera a frutta e verdura per tutti, quindi, dai bambini agli adulti, agli anziani e agli sportivi. Il Ministero della Salute, addirittura consiglia di consumarne almeno cinque razioni quotidiane, per cui, oltre che negli spuntini, dovrebbero essere presenti anche nei pasti principali della giornata.

Porzioni di frutta consigliate
Ovviamente non occorre esagerare, anche se la fame è tanta. Per una porzione è inteso un frutto di dimensioni medie: un’arancia, una mela, una pera, una banana, due pesche, due mandarini, due kiwi, quattro fette di ananas, un grappolo medio di uva, cinque fragole.
Non superate mai, comunque, il peso di circa novanta grammi.

Porzioni di verdura
Discorso meno rigido per quanto riguarda le verdure. Possiamo consumare per uno spuntino spezza-fame un sacchetto di sedano e carote a rondelle, di fettine di cetriolo, di ravanelli e spicchi di finocchi.

Con meno calorie rispetto alla frutta, la verdura consente di arrivare ai pasti principali con maggiore sazietà, soprattutto se consumate nel pomeriggio. Potete lavarle, tagliarle a fettine e tenerle già pronte in frigorifero per portarle con voi e sgranocchiare ovunque.

Carota – Con soltanto ventisette calorie ogni cento grammi, la carota è composta per oltre il 90% di acqua ed è ricca di carotene, vitamina A e fibre.
Finocchio – Ogni cento grammi di finocchi sono presenti appena quindici calorie, mentre la componente di acqua supera il 94%.
Cetriolo – Apporta soltanto tredici calorie ogni cento grammi ed è ricco di acqua, oltre a essere una fonte abbondante di sali minerali.
Sedano – Quindici calorie ogni cento grammi, il sedano contiene vitamine del gruppo A, C, E e parecchi sali minerali, tra cui potassio e ferro.

Spezzare la fame con frullati, centrifugati e macedonie

Anche se siamo fuori casa non dobbiamo rinunciare assolutamente ai benefici degli spuntini spezza-fame salutari. Al bar è possibile farsi preparare fresche verdure centrifugate, gustosi frullati e deliziose macedonie.
Cento grammi di centrifuga di pomodoro, con succo di limone e un pizzico di sale apporta appena quindici calorie. Un semplice frullato con yogurt o latte e un frutto, è il perfetto spuntino spezza-fame di metà giornata.
Persino una macedonia di frutta mista è un’ottima soluzione come spuntino: se aggiungiamo una decina di mandorle e una manciata di pinoli, è adatta anche da consumare dopo un allenamento in palestra o in piscina.