HomeAlimentazioneFun food: gli alimenti che rendono felici e regalano il buonumore

Fun food: gli alimenti che rendono felici e regalano il buonumore

I cibi della felicità: cosa sono esattamente

Una recente indagine, condotta da Federcoopesca-Confcooperative in occasione della Giornata Mondiale della Felicità, ha rivelato che tre italiani su quattro ritrovano il buonumore a tavola. L’85% degli intervistati mette al primo posto la pasta e i dolciumi, compresi cioccolato e caramelle gommose, mentre il restante 15% indica pesce e carne (meglio se alla brace) come i cibi della felicità.

In sostanza, si tratta di alimenti capaci di portare una ventata di allegria e benessere anche nelle giornate cupe, in cui tutto sembra andare per il verso sbagliato o ci si sente particolarmente tristi. Noti anche come fun food sono perfetti per dare un calcio a musi lunghi e depressione.

Quali sono i cibi della felicità o fun food?

Il cioccolato è il fun food per eccellenza, ma accanto alla ben nota barretta (o pralina) ottenuta dalla miscela di cacao e zucchero, con o senza aggiunta di burro di cacao e di aromi, si posizionano altri alimenti di facile reperibilità, alleati del girovita e del buonumore.

Al primo posto si colloca il pesce (dalle alici al salmone) ricco di Omega 3 e vitamina D, quest’ultima importante perché stimola la produzione di serotonina, l’ormone della felicità, contrastando attivamente la depressione. I molluschi hanno un’alta concentrazione di vitamina B12, selenio, iodio e zinco che migliorano l’umore e stimolano il corretto funzionamento della tiroide.

La carne bianca, in particolare il pollo, ha un elevato contenuto di triptofano, un antidepressivo naturale.

Tra i migliori cibi della felicità rientrano anche le verdure a foglia verde, come gli spinaci o la lattuga, perché ricchi di magnesio e vitamina C, sostanze utili per trasformare la tiroxina e il triptofano in serotonina e dopamina, i neurotrasmettitori responsabili del buonumore e della sensazione di benessere.

Non bisogna, tuttavia, sottovalutare il potere antidepressivo degli asparagi, ricchi di folato e triptofano o dell’alga spirulina (disponibile sul mercato sotto forma di integratore o di polvere) equivalente a un vero e proprio multivitaminico.

Cibi a tutto colore

Agrumi e frutta rossa (o arancione) offrono una visione ottimistica della vita, grazie alla presenza dei carotenoidi, mentre i semi di girasole, di lino, zucca, chia, le noci e le nocciole ricchi di acidi grassi Omega 3 garantiscono una sferzata di buonumore. Le mandorle, inoltre, contengono zinco e ferro contro l’affaticamento mentale, rivelandosi tra le migliori fonti vegetali di triptofano.

Via libera anche a mirtilli, frutti di bosco e bacche di Achai: questi superfood arricchiscono la dieta quotidiana di vitamine e antiossidanti. I primi, inoltre, sono un vero toccasana per il cervello, attivano risposte positive e segnali di benessere.

I cibi fermentati, lo yogurt, il latte e i suoi derivati sono alla base del buono stato di salute dell’intestino. È proprio in quest’area del corpo che viene prodotta la maggior parte della serotonina, l’ormone della felicità. Ciò significa, quindi, che intestino e cervello sono strettamente correlati tra loro e che una cattiva digestione può avere ripercussioni sull’umore.

Fonte di energia e dal sapore delizioso, la banana è un vero toccasana per la salute dell’organismo: regola i livelli di zucchero nel sangue, migliora la digestione ma, forse, non tutti sanno che è anche promotrice di felicità e benessere. Il frutto tropicale offre un buon quantitativo di vitamina B6, triptofano, ferro e potassio, ma anche di fibre, motivo per cui è un ottimo prebiotico naturale. L’alta concentrazione di magnesio, inoltre, rende l’alimento un perfetto anti-stress.