HomeAlimentazioneEcco i frutti che presentano una quantità di zucchero pari a 0

Ecco i frutti che presentano una quantità di zucchero pari a 0

Uno dei generi alimentari più indicato nelle diete, oltre agli ortaggi e alle proteine è, senza alcun dubbio, la frutta. Fresca, sana e leggera, viene spesso indicata da consumare a colazione o come spuntino a metà mattina o nel pomeriggio, ed è ricca di preziosi nutrienti per il corpo.

La frutta possiede un ottimo indice glicemico perché, oltre a un basso contenuto di chilocalorie, include le fibre che aiutano la digestione e favoriscono un lento rilascio degli zuccheri nel sangue, per poi essere convertiti in energia per le cellule in maniera progressiva.

I frutti, comunque, non sono tutti uguali, ed è bene distinguere quelli più zuccherini da quelli più acquosi. Infatti, sebbene quelli della frutta non siano zuccheri raffinati potrebbero portare a un picco glicemico importante e stimolare un rilascio maggiore di insulina. Il che porterebbe a sentire un senso di fame nel giro di poche ore.

Ad esempio una banana, per quanto possa sembrare innocua, contiene dodici grammi di zucchero, equivalenti a quasi due cucchiaini, oltre a circa cento chilocalorie. Vediamo dunque quali sono i frutti che possono essere consumati senza rischi durante una dieta dimagrante.

Frutta estiva e ricca di acqua

Tra i frutti favoriti per chi soffre di glicemia alta ci sono l’anguria e il melone, che, essendo di grande volume e ricchi di acqua, presentano meno zuccheri rispetto ai frutti di piccolo taglio. Sempre estivi abbiamo le pesche e le albicocche, oltre alla papaya e alle sempre presenti mele e pere.

Inoltre, anche la frutta con un alto contenuto di fibre come prugne e kiwi possono essere un’ottima soluzione per dimagrire senza patire la fame e favorire una corretta digestione.

Questi alimenti, oltre a permettere all’organismo di abituarsi a una dieta povera di glucidi, lo mantengono idratato e più in salute. Infatti, per mantenere sano il nostro corpo non servono solo nutrienti, ma soprattutto acqua, da reintegrare con almeno due litri nell’arco dell’intera giornata.

Agrumi e frutta dal sapore acido

Arance, limoni e pompelmi sono altamente indicati per la dieta. Questa categoria si rivela particolarmente utile per azzerare il senso di fame e favorire il giusto reintegro di vitamine e sostanze nutritive.

Anche le bacche e la frutta dal sapore acidulo come fragole, ananas, ribes, rabarbari, mirtilli, lamponi e more possiedono un quantitativo davvero irrisorio di zuccheri.

Frutti ma non dolci

Non tutte le piante da frutto generano prodotti dal sapore dolce. Tecnicamente anche l’avocado, il pomodoro, le zucchine, i cetrioli e le melanzane sono considerati frutti a tutti gli effetti.

Quindi perché non sostituire, all’occorrenza, qualcosa di dolce con il salato? Gli alimenti sopra indicati possono costituire, in misurate quantità, uno spuntino o una merenda, magari sostituendo uno yogurt o una barretta ai cereali, che contengono decisamente più zuccheri.

Se temete di sentire ancora fame, non preoccupatevi! Perché le fibre e i nutrienti contenuti in questi frutti soddisfano il senso di vuoto allo stomaco e aiutano il nostro organismo a disintossicarsi progressivamente dallo zucchero.

La frutta è da sempre alleata della dieta. La natura ha prodotto diverse varianti che possono essere assunte ma con parsimonia e dietro la supervisione di un nutrizionista specializzato, anche se si tratta di alimenti sani.

Se vuoi dimagrire scegli di mangiare i prodotti della natura, ma tieni sempre a mente che questi non sono tutti uguali e che potresti rischiare di assumere più energia di quella di cui hai bisogno.