HomeAlimentazioneCome riprendere la dieta dopo un'abbuffata

Come riprendere la dieta dopo un’abbuffata

Seguire una dieta regolare ed equilibrata non è sempre una passeggiata. Quando stiamo cercando di dimagrire può capitare che, in occasione di festività o pranzi in famiglia, si ceda alla tentazione di mangiare in abbondanza anche cibo ipercalorico.

Oltre a prendere qualche chilo di troppo, dopo un pasto abbondante possiamo sentire un senso di malessere generale, oltre a gonfiore e sensi di colpa per aver preso di nuovo quei chili che avevamo tanto faticato a perdere. È importante capire il modo giusto per tornare a mangiare regolarmente e smaltire i chili ripresi.

Qual è la prima cosa da fare dopo un’abbuffata?

Bisogna ricordare che non è lo “sgarro” di una sera a rovinare il nostro pesoforma. In genere, si ingrassa quando si mangia disordinatamente con frequenza. Quindi se si tratta di una sola abbuffata, ci basterà poco per tornare di nuovo a regime.

Se siamo stati a un matrimonio o non abbiamo resistito a mangiare tanto durante le festività, è importante sapere quali sono le regole per tornare subito in forma e perdere i chili in eccesso.

La prima cosa da fare è salire sulla bilancia e sapere quanto peso abbiamo preso. In genere, se andiamo a una cena e ci capita di mangiare tanto, potremmo notare di aver preso un chilo in più ma non bisogna preoccuparsi: saranno sicuramente liquidi che, seguendo poche accortezze andranno facilmente via.

Inoltre, sarà utile segnare su un foglio la misura del nostro girovita e dei fianchi per tenere sotto controllo il dimagrimento.

Il terzo step è quello di stabilire un piano alimentare settimanale da seguire e fare la spesa, comprando solo cibo ipocalorico e sano.

In generale, bisogna mangiare 5 volte al giorno: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena e dobbiamo considerare che il pasto più abbondante della giornata dev’essere quello della colazione.

Evitare di abbinare due tipi di carboidrati o di proteine insieme perché questo rallenterebbe il metabolismo. Ad esempio, evitare pasta o pane con le patate o legumi con carne.

Optare per riso, zucchine o cetrioli che aiutano a espellere i liquidi.

Bere circa 2 l di acqua al giorno. Evitare bevande zuccherate o cibi salati, come insaccati e affettati.
Optare, invece, per carni bianche.

Come spuntini, possiamo scegliere tra spremute d’arancia, 15 g di mandorle che sono molto energetiche e ricche di magnesio, yogurt magri, un pezzettino di parmigiano o, semplicemente, 150/200 g di frutta: evitare banana, uva, fichi e cachi.

Non è consigliabile bere alcol, birra e vino perché fanno ingrassare! Evitare i dolci, soprattutto dopo cena.

È consigliabile cenare presto o, almeno, non andare a dormire subito dopo aver mangiato.

L’ideale sarebbe associare alla dieta anche una corsetta per accelerare il metabolismo ma, se non è possibile, sarà sufficiente anche una camminata veloce di almeno 30 minuti al giorno.

Conclusioni

Ogni tanto, godersi una cena tra amici o in famiglia è piacevole e ci fa bene. Tuttavia, ci sono periodi dell’anno come le festività di Natale, in cui la tentazione di mangiare tanto e male capita spesso. I chili in eccesso non arrivano dopo l’abbuffata di una sera ma quando si mangia male con regolarità.
Quindi è importante mantenere un regime alimentare sano ed equilibrato durante tutto l’anno. In questo modo, anche se per qualche volta ci capiterà di mangiare di più, riusciremo subito a ritornare al nostro pesoforma ideale.