HomeAlimentazioneCetrioli e uva, il connubio perfetto per idratare l'organismo

Cetrioli e uva, il connubio perfetto per idratare l’organismo

Cetrioli e uva non sono soltanto ricchi di acqua: contengono tantissimi sali minerali, vitamine e altre sostanze preziose per l’organismo, particolarmente utili per affrontare il periodo tra fine estate e inizio autunno. In questi mesi, infatti, pelle, capelli e organi interni hanno bisogno di rigenerarsi dagli stress dei mesi più caldi, per bloccare sul nascere l’invecchiamento e affrontare i cambiamenti stagionali nel migliore dei modi.

Cetrioli e uva, veri e propri toccasana ad ampio spettro

Questi due cibi consentono di fare il pieno di micro-molecole essenziali: il primo offre il meglio di sé fino alla fine di agosto, mentre il secondo a partire dalle prime settimane di settembre. Per garantire il massimo assorbimento dei principi nutritivi e trarne tutti i benefici, bisogna inserire entrambi gli alimenti all’interno di una dieta sana, evitare il più possibile gli stress, limitare il fumo e l’alcool.

Le virtù del cetriolo

Appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, il cetriolo vanta un elevato contenuto di acqua e pochissime calorie, come i suoi parenti più stretti (melone e cocomero). Ha un importante contenuto di vitamina A, vitamine del complesso B, acido ascorbico, potassio, piccole quantità di calcio e ferro. Discreta la percentuale di fibre alimentari che, insieme all’acqua, conferiscono un elevato potere saziante a questo ortaggio. Le proprietà più apprezzate sono quelle:

lenitive
depurative
drenanti.

Le considerazioni appena fatte valgono non solo per l’assunzione orale, ma anche per l’uso topico. Appoggiare una fetta di cetriolo sulla palpebra allevia inestetismi come borse e occhiaie, specialmente dopo una giornata particolarmente stancante o una notte insonne.

Uva, ideale per fare il pieno di energia

A bacca nera o bianca, questo è il frutto dell’autunno per eccellenza. Ha un’alta quantità di acqua, vitamina A e C, potassio, zinco, fibre alimentari e polifenoli, dalla spiccata azione antiossidante contro i radicali liberi. La varietà nera, inoltre, ha una buona concentrazione di resveratrolo, sostanza antinfiammatoria particolarmente efficace contro l’invecchiamento e i cedimenti delle pareti dei capillari. L’uva è perfetta come alimento a rapido rilascio di zuccheri, ma l’elevata percentuale di fruttosio e di glucosio non la rendono adatta alla dieta dei soggetti diabetici o con problemi di insulino-resistenza.

Cetrioli e uva, come sceglierli?

La prima regola è: turgore. Analogamente alle altre varietà di frutta e di verdura, anche uva e cetrioli non devono risultare appassiti né mollicci al tatto. Anche il punto di maturazione ha molta importanza e non solo per quanto riguarda il gusto: se il prodotto è acerbo, non ha ancora raggiunto il suo massimo potenziale nutrizionale. Per una scelta salutare, consigliamo di prediligere prodotti provenienti dall’agricoltura biologica, possibilmente da aziende a chilometro zero.

Altri prodotti di stagione da abbinare

Il periodo tra fine agosto e l’inizio di settembre è perfetto per fare il pieno di altre varietà di ortaggi. Ricordiamo, in particolare, i frutti rossi e gli ultimi esemplari di pesche, pomodori, meloni, angurie, peperoni e melanzane, ancora ricchi di sapore e di sostanze nutritive di alto valore biologico. Tutti i prodotti citati si prestano a una dieta varia, all’insegna del gusto e dell’equilibrio, pertanto arginano gli effetti di eventuali carenze nutrizionali. Nel caso in cui queste ultime risultassero dagli esami di routine, raccomandiamo l’assunzione di integratori sotto stretta sorveglianza medica.