HomeAlimentazioneAffrontare il caldo con il cibo: cosa mangiare per restare idratati

Affrontare il caldo con il cibo: cosa mangiare per restare idratati

Più si va avanti e più le estati diventano calde e i colpi di calore sempre più frequenti. Non basta cercare di frequentare luoghi freschi e bere circa due litri di acqua al giorno: l’idratazione del nostro corpo è sempre messa a dura prova.
Un modo per contrastare il caldo eccessivo e, quindi l’elevata sudorazione, insieme all’utilizzo di energie, è attraverso il cibo. Infatti, esistono alimenti che possono aiutarci a restare sempre idratati, limitando così l’effetto del calore sul corpo e sulla mente.

L’idratazione non avviene solo con l’acqua

Siamo portati a pensare che per avere un corpo ben idratato occorra unicamente assumere la giusta quantità di liquidi giornaliera, attraverso l’acqua. Non c’è dubbio che l’acqua giochi un ruolo fondamentale per il benessere del nostro organismo, ma non è l’unica soluzione per provvedere a una corretta idratazione, soprattutto in estate. Esistono, infatti, dei cibi che contrastano in modo ottimale il calore estivo, sempre più eccessivo, contribuendo a migliorare la nostra idratazione quotidiana, già supportata dall’assunzione di acqua. La caratteristica di questi cibi non è solo l’alto contenuto di acqua, ma sono ricchi anche di fibre, utili per contribuire al senso di sazietà e per la regolarità dell’ intestino. Non sentirsi appesantiti equivale ad avere una giusta idratazione che, a sua volta, ci aiuterà a sostenere con maggiore attività le fasi peggiori del caldo. Tra questi cibi c’è sicuramente la frutta, come anguria, melone, pomodori, fragole, pesche, uva, ananas, pompelmo, pere e papaia. La frutta, oltre a essere un alimento fresco e nutriente, contiene acqua e zuccheri che aiutano a idratare il corpo, ma forniscono anche un giusto apporto di energia per contrastare spossatezza e senso di pesantezza tipico della stagione estiva, soprattutto degli arti.
La cosa importante da tenere a mente è che la frutta, per quanto fresca e idratante, va sempre mangiata lontano dai pasti principali (a meno che non ci si faccia colazione, accompagnata però da pane tostato o cereali), per evitare che faccia l’effetto contrario, provocando gonfiore di stomaco.
Altri cibi idratanti sono ortaggi e verdure, tra cui cetrioli, sedano, lattuga, peperoni verdi e carote. Di questo ultimo elenco è possibile mangiarne in grandi quantità, anche a sostituzione di pasti interi, purché non vadano in contrasto con alcune patologie come gastrite e acidità. Una ricca insalata mista può essere davvero un toccasana per l’ idratazione quotidiana. Inoltre, nulla vieta di realizzare un’insalata mista di verdura e frutta, utilizzando magari le pere insieme alla lattuga; l’importante in questo caso è stare attenti alla giusta quantità.

Idratazione attraverso i liquidi: le bevande indicate

Per quanto riguarda le bevande, abbiamo appurato che l’acqua è la bevanda per eccellenza in estate. Ma esistono anche altre tipologie di bibite indicate per l’idratazione del corpo, come il latte, sia vegetale che non, oppure ancora limonate fresche. Al contrario di quanto si pensi, tè freddi e altre bibite zuccherate non sono fatte per dissetare e nemmeno per idratare. Il loro scopo è quello di introdurre nell’organismo degli zuccheri, infatti, possono essere utili se ci sentiamo particolarmente stanchi o fiacchi. Anche il caffè è nemico dell’idratazione e l’ideale sarebbe consumarne il meno possibile durante il giorno, anche perché la sua forte acidità, unita a quella della frutta, ad esempio, potrebbe provocare degli spiacevoli effetti collaterali per il nostro stomaco. E stare male non è il massimo, soprattutto in estate!